il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

I ritmi della “ rivoluzione” sono già fissati dalle elezioni

Cateno De Luca prepara la “ la rivoluzione generazionale”

Stampa
La Domenica 2 gennaio è dedicata alle riflessioni sul futuro dei messinesi. Purtroppo, non abbiamo “la palla di vetro” nella quale intravedere quello che ci riserva Il domani, né siamo entusiasti dei metodi “paranormali” di cui alcuni sedicenti “maghi” si servono per leggere l’avvenire .Di una cosa siamo convinti: il Coravirus continuerà a condizionare pesantemente la nostra vita. Gli ottimisti sperano in una regressione della pandemia in una epidemia, con la quale si potrà convivere con meno affanni. I pessimisti s’immaginano il moltiplicarsi di varianti del virus che si devono combattere con sistemi più stringenti per la nostra “vita di gregge”.
 Sul versante socio politico, invece, si gioca “a carte scoperte”. Il sindaco De Luca, nel suo messaggio di fine anno ai messinesi li esorta a scendere sul “piede di guerra” per riconquistarsi il loro ruolo, non solo come città metropolitana dell’area dello Stretto. Con l’esperienza amministrativa maturata, la città peloritana può aspirare anche a una funzione di punto di riferimento politico in Sicilia e nel Meridione. In quest’ottica, De Luca ritiene che si siano costruite le precondizioni per avviare “ la rivoluzione generazionale”, che trasversalmente interesserà le aree e i corpi intermedi di diversa cultura, intesa a promuovere un movimento socio- politico “non contaminato” dall'attuale “sistema partito centrico” e Governo dipendente. Il minimo comune denominatore della nuova formazione punta sulla naturale selezione di forze vigorose e giovani (anche dal punto di vista anagrafico), una sorta di “ esercito di liberazione”, che con energia possano spingere un processo di cambiamento volto a combattere  gli squilibri atavici, che rischiano di dilatarsi, tra lo sviluppo del Meridione e Settentrione. I ritmi della “ rivoluzione” sono già fissati dalle elezioni: fine maggio, Sindaco e Consiglio Messina; novembre, Presidente della Regione e ARS; marzo 2023,Parlamento nazionale. E scusate se è poco. Auguri
domenica 2 gennaio 2022

Lillo Zaffino

    Vai a pagina
    segui il meteo