il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Governatore, pool avvocati quantificherà i danni per l'isola

Sicilia: Musumeci, azione giudiziaria contro Anas

Stampa
Palermo - Il governo Musumeci ha affidato a un pool di avvocati il compito di redigere una relazione per quantificare i danni economici e di immagine che l'Anas ha procurato all'isola per non avere portato a termine alcuni cantieri ritenuti strategici e fondamentali. "Il 15 giugno il gruppo ci darà l'esito del lavoro e noi procederemo di conseguenza giudizialmente nei confronti di Anas", dice il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, in conferenza stampa. "L'Anas per noi è una zavorra: qui ha consacrato il suo fallimento, la sua incapacità. La sua condotta è disarmante, riescono a prendere in giro tutti", ha aggiunto il presidente della regione siciliana che chiede anche di poter commissariare delle opere. Le dieci opere per le quali il governo Musumeci chiede poteri commissariali al premier Conte sono: la variante della statale 115Trapani-Mazara del Vallo; lo scorrimento veloce Licodia Eubea-Libertinia; la variante di Nicosia; la tratta Agrigento-Palermo; la tangenziale di Gela; la "strada degli scrittori" ad Agrigento; l'ammodernamento della Adrano-Catania; la Ragusa-Catania; l'ospedale di Siracusa; la cittadella della cultura a Messina. Altra grave inadempienza - ha tenuto a precisare Musumeci - per il governo nazionale è il mancato commissariamento dei lavori per le strade provinciali: "Da quando le province sono state commissariate nel 2014, ad oggi, oltre il 50% delle strade provinciali è chiusa al traffico e la parte aperta si presenta in condizioni di assoluta insicurezza".
venerdì 29 maggio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo