il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Iniziativa organizzata da The Democratic Society, associazione Ionio - Circolo ARCI e Startup Messina

Domenica 29 settembre, s è svolto un workshop su come rendere la democrazia più forte

Stampa
Un workshop su come rendere la democrazia più forte Domenica 29 settembre, presso la Biblioteca Tommaso Cannizzaro del PalaCultura, si è svolto l’unico appuntamento italiano del progetto PaCE, intitolato un workshop su come rendere la democrazia più forte. 
Iniziativa organizzata da The Democratic Society, associazione Ionio - Circolo ARCI e Startup Messina. All’evento hanno partecipato esponenti di associazioni, operatori culturali e sociali, studenti universitari e cittadini d'età compresa tra i 18 ed i 65 anni, per discutere di come le informazioni condizionino e orientino le decisioni di voto. Nel corso del laboratorio i partecipanti si sono divisi in gruppi di lavoro e si sono confrontati sull’accessibilità alle informazioni necessarie per poter votare consapevolezza, come rendere le notizie accessibili a tutti e le modalità di scelta delle informazioni. Tra le posizioni emerse riportiamo: • La richiesta di organizzare laboratori simili nel territorio, ad esempio sotto forma di "forum civici" periodici; • Maggior tempo dedicato dai programmi scolastici all’educazione civica nelle scuole, come fondamentale momento formativo di una coscienza critica in grado di vagliare le notizie, i programmi elettorali, i comizi, ecc.; • Sensibilizzare le nuove e le vecchie generazioni verso l’uso consapevole delle nuove tecnologie. Attraverso il web abbiamo l’opportunità di avere accesso ad ogni tipo di notizia, dato economico e sociale, statistiche, ecc. Educare al confronto critico delle fonti può aiutare il cittadino ad orientarsi, a formare una propria opinione, funzionale ai dibattiti diretti con i candidati o con i rappresentati istituzionali; • Stimolare la curiosità del cittadino verso il mondo circostante, ad esempio verso la storia del proprio territorio. Garantire il diritto al cittadino di esprimere le proprie potenzialità e le proprie passioni attraverso un lavoro che sia frutto della propria esperienza formativa. La tutela dello sviluppo della persona umana è garanzia di una partecipazione armoniosa dell’individuo al progresso materiale e spirituale della comunità in cui vive ed di cui è parte integrante e fondante; • Ritenute importanti le notizie dei quotidiani e l’informazione costante sull’evoluzione politica, sociale ed economica per la formazione di un’opinione pubblica, i partecipanti hanno manifestato l’esigenza di costanti momenti di confronto diretto con i rappresentati della comunità e con i candidati. A fine dei lavori, i partecipanti hanno assunto l’impegno di restituire questo momento formativo al territorio in cui operano. L’obiettivo futuro è di organizzare laboratori simili che stimolino ed accrescano la democrazia e la partecipazione civica, ad esempio attraverso la creazione di reti civiche che coinvolgano associazioni, scuole e aziende
martedì 1 ottobre 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo