il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Trasporto pubblico funzionale alla popolazione scolastica e non solo

Biancuzzo chiede il prolungamento linea ATM via tangenziale tramite strada statale 113/dir.

Stampa
Il Rag. Mario Biancuzzo Consigliere VI Circoscrizione con la seguente nota avanza al Presidente ATM Dottore Giuseppe Campagna la richiesta di prolungamento linea ATM via tangenziale con rientro in città tramite strada statale 113/dir. ;
 Il consigliere Mario Biancuzzo, sottopone all’attenzione del Presidente dell’ATM, di codesta partecipata, la necessità di rendere il servizio di trasporto pubblico funzionale alla fruizione della popolazione scolastica e non solo. Servirebbe nella fascia oraria della mattina consentire il transito dell’autobus proveniente dalla città lungo la strada statale 113/dir., (Mortelle, Tono, Spartà, Piano Torre, San Saba, Rodia, Orto Liuzzo, Ponte Gallo), dove raccoglie i ragazzi destinati alle scuole dislogate al centro della città, per poi continuare il percorso celermente imboccando la tangenziale in località Ponte Gallo. Inoltre, servirebbe allungare il percorso dell’autobus, che parte dalla città e che raggiunge Ponte Gallo, percorrendo l’autostrada con destinazione Ponte Gallo laddove uscirebbe per continuare il percorso lungo la strada statale 113/dir. accompagnando i ragazzi al loro domicilio. Questi piccoli correttivi renderebbero funzionale il servizio di trasporto pubblico, consentirebbero ai ragazzi di raggiungere le loro abitazioni celermente e di decogestionare il traffico cittadino, riducendo i mezzi in circolazione. In definitiva non avremmo più un transito frammentato tra l’autostrada e la strada statale 113/dir., ma si creerebbe un percorso virtuoso efficente ed efficace al servizio del terrtorio della riviera nord del Comune di Messina. Tra l’altro si domanda come può il servizio pubblico dell’ATM percorrere l’autostrada fino a Ponte Gallo che viene considerato giustamente territorio della città di Messina ? Ma in modo contraddittorio lo stesso mezzo pubblico è costretto a pagare il pedaggio... allora, il pedaggio pagato dentro il Comune di Messina in località Ponte Gallo, che chiamano falsamente Villafranca, che viene pagato viene rimborsato alla partecipata ? Allora, l’autobus dell’ATM che percorre la tangeziale per raggiungere Messina Nord e paga il pedaggio, ottiene forse il rimborso ? Ma è pure vero che ha percorso l’utostrada, anzi la tangenziale fino a Ponte Gallo proprio perchè territorio dentro il Comune di Messina. Spero che gli Organi Inquirenti riflettano e si facciano delle domande come me, uomo figlio di contadini.
sabato 25 settembre 2021


    Vai a pagina
    segui il meteo