il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

I consiglieri pentastellati contro la furia cieca e le "reprimende" indiretta. Mancuso:"E' purtroppo realistico correlare quanto avvenuto con le ultime dirette social del sindaco

Aggressione a un dipendente comunale, note del M5S e Più Europa

Stampa
Aggressione a un dipendente comunale, il M5S:
 "Inaccettabile clima ditensione e di caccia alle streghe"I consiglieri comunali contro la furia cieca e le "reprimende" indiretta, "che rischiano di esasperare ulteriormente gli animi". D'Uva:"Solo con un clima disteso è possibile fare il bene dei cittadini" "Un episodio che testimonia l'inaccettabile clima di tensione che si respira in città, alimentato da continue esasperazioni, insulti,invettive acchiappa like e imbarazzanti show sui social". Così il gruppoconsiliare del M5S commenta l'aggressione di stamani ai danni di undipendente comunale, colpito da un utente con una violenta testata."Non siamo a conoscenza dei particolari della vicenda, ma nullagiustifica in alcun modo un’aggressione fisica e violenta, che nonpossiamo non associare indirettamente al clima avvelenato che si respirasul web, ai danni di dipendenti comunali, dirigenti e agenti dellaPolizia Municipale, più volte finiti nel 'tritacarne' dei social a causadei toni utilizzati, della furia cieca e delle reprimende in diretta,che rischiano di esasperare ulteriormente gli animi", proseguono,facendo riferimento in particolare ai recenti blitz del sindaco CatenoDe Luca e alla violenza verbale con la quale i cittadini vengono messialla gogna mediatica: "Una costante che si ripete da anni, nei confrontidi chiunque possa essere utilizzato 'da nemico', dai giornalisti allepiù alte cariche dello Stato, malgrado i reiterati inviti al rispettodei ruoli istituzionali e della cittadinanza tutta".A intervenire anche il deputato nazionale Francesco D'Uva: "Da tantotempo - commenta - chiedo che, all’interno delle Istituzioni, simantengano sempre toni bassi. Solo all’interno di un clima disteso, chefavorisce sinergie e non scontri, è possibile fare il bene deicittadini, tutelare i lavoratori e realizzare obiettivi concreti per lacittà”.
"E' purtroppo realistico mettere in correlazione quanto avvenuto al Dipartimento Urbanistica del Comune di Messina, dove un dipendente pubblico è stato aggredito, con le ultime dirette social del sindaco. Alimentare la tensione sociale pur di ottenere un consenso mediatico, è segno di povertà di visione politica. Governare una città vuol dire costruire comunità, non coltivare odio sociale. Chiediamo a Cateno De Luca di cambiare registro, senza utilizzare il proprio ruolo istituzionale per farsi portatore di un falso moralismo, atto a nascondere l'incapacità di creare ponti tra l'amministrazione e la cittadinanza."Così in una nota Palmira Mancuso della Direzione Nazionale di Più Europa."Siamo solidali con i dipendenti pubblici mortificati da esponenti dell'amministrazione che pur avendo gli strumenti del diritto per contestare il lavoro ritenuto improduttivo, scelgono la gogna mediatica, senza filtri, esponendo le menti meno sofisticate a reazioni ingiustificabili".
mercoledì 9 giugno 2021


    Vai a pagina
    segui il meteo