il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Interrogazione a risposta scritta

La Fauci e Pagano (“Ora Messina”) chiedono chiarimenti sul cambio appalto pulizie ATM

Stampa
 Giandomenico La Fauci e Francesco Pagano, nella qualità di Consiglieri Comunale del gruppo“Ora Messina”, con la presente, nell’espletamento delle proprie funzioni consiliari
INTERROGANO
L’amministrazione Comunale e il Consiglio di Amministrazione della nuova Azienda Trasporti Messina SpA,in ordine all’avviamento di ogni procedura volta alla tutela e conservazione del diritto al lavoro deidipendenti in servizio presso la Azienda Trasporti Messina in liquidazione.Premesso che- con delibera n. 73/C del 23/11/2018 il Consiglio Comunale di Messina ha adottato e autorizzato la“Costituzione della società per azioni, a capitale pubblico, per la gestione in regime di in house providingdel servizio di trasporto pubblico locale e degli altri servizi nel campo della mobilità urbana”;- in ragione di detta delibera, in data 17.06.2019, si è provveduto alla costituzione formale della societàAzienda Trasporti Messina Spa (d’ora innanzi ATM Spa), giusto rogito notarile n° 31372 di Repertorio,registrato in Messina in data 18.06.2019;- giusta Delibera di Giunta del Comune di Messina n. 153 del 27/03/2020 l’Amministrazione Comunale hastabilito l’avvio del Servizio di trasporto pubblico locale da parte dell’Azienda Trasporti Messina S.p.A. adecorrere dal 01/06/2020;- la costituenda Atm Spa ha avviato tutte le attività propedeutiche finalizzate allo svolgimento dell’attivitàdi servizio traporto pubblico locale nella città di Messina;- in ragione di quanto sopra, previa redazione di capitolato speciale descrittivo dell’attività del servizio dipulizia di autobus, tram, degli uffici, parcheggi, piazzali, officine e depositi dell’Azienda Trasporti MessinaS.p.A., veniva dalla stessa avviata, ai sensi dell’art. 36, comma 2 lett. b) del D.Lgs. 50/2016, la proceduracomparativa di affidamento diretto a trattativa privata;ritenuto che- gli 11 dipendenti operanti presso il cantiere della Azienda Trasporti Messina in liquidazione, alla luce dellevicende sopra evidenziate, sono rimasti esclusi dalla c.d.”successione negli appalti tra imprese”, essendocarente sia la continuità giuridica che di fatto tra le due partecipate;- in sede di capitolato, la società Atm SpA, nulla ha previsto in merito all’assorbimento dei dipendenti inforza alla precedente appaltatrice, mediante le c.d. “clausole di protezione” disciplinate ad hoc;- v’è il rischio concreto che i suddetti lavoratori possano non svolgere più le proprie mansioni perdendo ildiritto al lavoro precedentemente acquisito;- occorre una chiara e netta presa di posizione da parte dell’Amministrazione Comunale in ordine alsuperamento delle criticità sopra espresse.
Tutto ciò premesso e ritenuto , si interroga Codesta Amministrazione Comunale affinchè ponga inessere ogni soluzione finalizzata alla salvaguardia occupazionale degli undici dipendenti assegnati alservizio di pulizia presso l’Azienda Traporti Messina oggi in liquidazione, e non traslati nella società AtmSpa.
martedì 2 giugno 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo