il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Una rappresentanza permanente per il tema centrale dell'agenda politica cittadina

Giannetto, De Leo e Cipolla chiedono l´´attivazione di un tavolo istituzionale per il Risanamento

Stampa
Richiesta dell'attivazione di un tavolo istituzionale di rappresentanza permanente per il Risanamento. I Consiglieri Comunali del Comune di Messina, Serena Giannetto, Alessandro De Leo e Francesco Cipolla, Considerato che ritengono le politiche del Risanamento tema centrale dell'agenda politica cittadina e che la sua risoluzione costituisce risposta in termini di civiltà collettiva, di umanità, di solidarietà, di dignità e di decoro per la nostra intera comunità; Considerato che il fallimento dei risultati fino ad oggi ottenuti è imputabile alla inadeguatezza delle politiche messe in campo e degli strumenti operativi normativamente previsti; Ritenuto che sul tema occorre invocare la totale unità delle forze di rappresentanza, locale, regionale, nazionale, per programmare, pianificare e definire una piattaforma rivendicativa unica; Ritenuto che al predetto fine occorre la immediata istituzione di <>; Ritenuto che solo una tale unità di forze, istituzionalmente aggregate e coordinate, con una programmata, pianificata e condivisa unità di intenti, di azione e di rivendicazioni possa condurre alla definitiva soluzione di un tema così importante e così sensibile; Ritenuto che, all'interno del tavolo istituzionale invocato, possano trovare composizione e sintesi distinzioni e differenze, evitando così che esse possano deprimere, ostacolare o far perdere di forza l'azione rivendicativa; Ritenuto che è l'intera comunità che deve intestarsi la rivendicazione, prima, e l'eventuale successo finale, poi, e che, pertanto, non hanno senso o hanno senso demolitivo e contrario ai comuni interessi invocare una parte o avocare ad una parte, sul tema, iniziative ed azioni che sarebbero solo frutto di interessi egoistici e particolari; Ritenuto che non è più ulteriormente tollerabile lasciare vivere migliaia di persone in condizioni sub-umane e che l'invocato tavolo istituzionale può definire una proposta normativa di livello generale, regionale e/o nazionale, che preveda adeguati poteri speciali o commissariali o emergenziali e le adeguate risorse finanziarie, da sostenere unitariamente nelle sedi deputate; CHIEDONO alla S.S.I. la immediata attivazione di un tavolo istituzionale di rappresentanza permanente per il Risanamento, con la convocazione di tutti i vari livelli di rappresentanza cittadina, locale (Consiglieri Comunali, Presidenti e Consiglieri Circoscrizionali), regionale (Deputati Regionali) e nazionale (Deputati e Senatori) e di tutti i vari livelli responsabilità amministrativa impieganti sulle politiche del Risanamento cittadino (Vertici ARISME …..) con il dichiarato obiettivo di muovere dallo stato dell'arte delle risorse disponibili e delle procedure in corso, dello scenario normativo vigente, degli attuali rapporti e competenze ripartite tra Comune, Regione Siciliana e A.Ris.Me. e di definire una proposta normativa di livello generale, regionale e/o nazionale, che preveda adeguati poteri speciali o commissariali o emergenziali e le adeguate risorse finanziarie, da sostenere 
UNITARIAMENTE nelle sedi deputate e dare così risposta definitiva all'annoso e doloroso problema che affligge la nostra città.
lunedė 24 febbraio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo