il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Tre giorni di manifestazioni organizzate dalla Basilica Sant’Antonio di Messina

Eventi per il centenario della nascita di Giovanni Paolo II

Stampa
Nel mese di giugno del 1988 Messina viveva un momento di grande festa nel nome di Papa Giovanni Paolo II in occasione della sua visita per la canonizzazione di Santa Eustochia Calafato. 
Oggi la città rivive un momento di grande gioia con una tre giorni di manifestazioni per celebrare il centenario della sua nascita. 
Da ieri, giovedì 22 Ottobre a sabato 24 Ottobre, la Basilica di Sant’Antonio guidata dal rettore P. Mario Magro ha voluto promuovere dei momenti per approfondire alcuni aspetti culturali, artistici, teologici, sociali del pensiero del grande Papa polacco. 
“Vogliamo ricordare un gigante dell’era moderna della Chiesa – sottolinea il rettore P. Mario Magro - passato alla storia sia per la durata del suo pontificato sia per la particolare energia e capacità di comunicazione della sua missione. Il suo carattere gli consentiva di affrontare qualsiasi situazione anche in occasione dell’attentato subito in piazza San Pietro. Perdonò il suo attentatore incontrandolo di persona e questo gesto ha espresso la grandezza dell’animo di questo uomo. Egli insistette sul rispetto dei diritti umani e il mantenimento della pace per il benessere di tutti le genti”.
Il papa della gente che ha voluto evangelizzare il mondo nel suo magistero sotto l’espressione “Non abbiate paura” come ricorda la prof.ssa Carmen Salvo dell’Università di Catania quando in occasione della Giornata Mondiale della Pace disse: “Non abbiate paura! Quando guardo voi giovani sento una grande gratitudine e speranza. Il futuro del XXI sec sta nelle vostre mani. Il futuro di pace sta nei vostri cuori per costruire la Storia come voi potete e dovete è necessario che la liberiate dai falsi sentieri che sta percorrendo. Per fare questo dovete essere persone con una profonda fiducia nell’uomo e nella grandezza della vocazione umana che dovete seguire nel rispetto per la verità”. 
Un percorso tracciato dalla Prof.ssa Salvo lungo le 14 encicliche scritte nel suo lungo pontificato teso alla ricerca di diffondere il cattolicesimo nel mondo cercando di avvicinare i giovani alla Chiesa con un linguaggio semplice e diretto. Le encicliche esprimono il suo pensiero che non è solo teologico ma anche culturale, politico, umano e sociale. Un attenzione particolare è emersa nel ricordare la potenza della sua prosa, di grande attualità su argomenti tesi alla conquista della libertà. 
Il programma degli eventi: oggi pomeriggio, venerdì 23 ottobre dalle 18 Santa Messa in onore di Giovanni Paolo II celebrata da Mons. Cesare Di Pietro, Vescovo Ausiliare di Messina. A seguire la prof. Lia Fava Guzzetta dell’Università Lumsa di Roma approfondirà il tema della produzione poetica di Giovanni Paolo.
Sabato 24 ottobre alle 19:30 un memorial recital con letture sceniche su testi teatrali di Karol Wojtyla con la Daf -Teatro dell’Esatta Fantasia, interpreti gli attori Gianni Fortunato e Cettina Sciacca.
Durante la manifestazione, sarà possibile visitare le reliquie e le casule di S. Giovanni Paolo II, insieme al pannello curato dall’associazione “Antonello da Messina” che rievoca la visita del Papa alla chiesa e in città del 1988. 
Tutti gli appuntamenti possono essere seguiti nei canali social della Basilica Sant’Antonio.
Foto: Antonio De Felice
venerdì 23 ottobre 2020

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo