il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

5G, il decreto Semplificazioni vieta ai Comuni di opporsi alle reti di nuova generazione

Stampa
Grazie al Decreto Semplificazioni, invece di semplificare la vita ai cittadini, il Governo semplifica la vita delle multinazionali delle telecomunicazioni che adesso potranno installare tutte le antenne del 5G che vogliono, in barba alla volontà dei cittadini. La norma di fatto va a sostituire l’articolo 8 della legge numero 36 del 22 Febbraio 2001 e afferma che “i comuni possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici con riferimento a siti sensibili individuati in modo specifico, con esclusione della possibilità di introdurre limitazioni alla localizzazione in aree generalizzate del territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualsiasi tipologia e, in ogni caso, di incidere, anche in via indiretta o mediante provvedimenti contingibili e urgenti, sui limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, sui valori di attenzione e sugli obiettivi di qualità, riservati allo Stato ai sensi dell’articolo”. Insomma, se si teme per la salute pubblica, i sindaci possono individuare regole per minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, ma non possono impedire l’installazione di antenne di telecomunicazioni sul proprio territorio. 

giovedì 23 luglio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo