il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Campagna acquisti

“Papu” Gomez ceduto dall’Atalanta al Siviglia, ma ci guadagna anche il Catania

Stampa

Tra le squadre rivelazione a livello europeo degli ultimi anni, l’Atalanta del duo Gasperini-Percassi continua a stupire in ambito nazionale e non. Ormai stabilmente tra le big della Serie A, si è fatta largo valorizzando calciatori sconosciuti e lanciandoli tra i top dell’intero campionato.

Nel corso degli anni, un aspetto è rimasto immutato: la fascia di capitano ad Alejandro “Papu” Gomez, un giocatore – secondo molti – “esploso troppo tardi” per affermarsi in una grande del calcio italiano ed europeo. Ha scelto il progetto Dea (com’è nota l’Atalanta in Italia) e l’ha rappresentata in alcuni dei palcoscenici più ambiti e suggestivi d’Europa: dall’Etihad Stadium di Manchester al Signal Iduna Park di Dortmund. Finché…

…finché qualcosa non è andato storto. Incomprensioni su incomprensioni, specialmente con l’allenatore Gasperini, lo hanno allontanato sempre più dall’Atalanta tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021. Fino all’inevitabile separazione, con il Papu diretto nella Liga spagnola, a difendere i colori dei campioni in carica dell’Europa League del Siviglia.

L’addio è stato più tranquillo rispetto alle ultime settimane, caratterizzate da dichiarazioni controverse ed esclusioni sempre più frequenti. Entrambe le parti si sono separate in modo sereno e l’attaccante è già approdato in Spagna.

Pur avendo lasciato un vuoto all’interno della Serie A intera (parliamo comunque di un calciatore dall’indiscusso talento), non tutti sono tristi per il suo addio all’Italia. è stato il Catania, in primis, a far conoscere l’estro e le caratteristiche di Gomez, portandolo in Sicilia dal San Lorenzo (Argentina) nel 2010. Venne ceduto agli ucraini del Metalist nell’agosto 2013 per 7 milioni di euro, per approdare all’Atalanta dopo solo un anno.

Adesso raggiunge il Siviglia per una cifra molto simile a quella incassata dal Catania, ma – da quest’ultima transazione in ordine di tempo – alla stessa squadra siciliana toccherà una percentuale. Dall’anno prossimo, con una formula ancora da decidere, nelle casse rossoblù arriverà la cifra di 1 milione e 350 mila euro.

Non male per un giocatore che non veste la maglia del Catania da quasi 7 anni, ma che ha comunque lasciato il segno nel cuore dei tifosi di tutta Italia.

domenica 14 febbraio 2021

Maurizio Russo

    Vai a pagina
    segui il meteo