il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

È questa la cifra che la Regione siciliana, in collaborazione con Irfis, Coni e Ics (Istituto per il credito sportivo) ha stanziato per il rilancio delle attività sportive

Investimenti per 50 milioni: ecco il piano della Sicilia per lo sport

Stampa
 è questa la cifra che la Regione siciliana, in collaborazione con Irfis, Coni e Ics (Istituto per il credito sportivo) ha stanziato per il rilancio delle attività sportive. Nello specifico, si tratta di una somma che verrà utilizzata per investimenti finalizzati a: migliorare la sostenibilità di impianti situati nell’isola, acquisire le specifiche aree e immobili a tale scopo. A Palazzo d’Orleans, si sono incontrati il Presidente della Regione Nello Musumeci, Giacomo Gargano (Presidente Irfis), Giovanni Malagò (Presidente Coni) e Andrea Abodi (Presidente Ics) per formalizzare questo strumento con l’intenzione di far ripartire in modo deciso lo sport in Sicilia. Presenti all’incontro anche gli assessori allo Sport (Manlio Messina) e all’Economia (Gaetano Arnao). Sul piatto, investimenti pubblici e privati, dal momento che la richiesta di mutui per ottenere questi finanziamenti verrà portata avanti sia da enti locali che da gestori/proprietari degli impianti. Al fine di assicurarsi questa concessione di mutuo sarà necessario possedere dei requisiti specifici, lasciando poi l’Ics espletare la pratica. Di fondamentale importanza saranno i progetti con al centro sostenibilità ed efficienzaenergetica, ma anche implementazione tecnologica, messa in sicurezza dello stabile e assenza di barriere architettoniche. Abodi (Presidente Ics) si è detto entusiasta del dialogo venutosi a creare tra istituzioni sportive e non, al fine di far risorgere un settore martoriato dalla recente emergenza. Sfruttare al meglio le numerose risorse del territorio, riqualificandole e convertendole in sistemi efficienti, non farà altro che aiutare la Regione a crescere sotto diversi aspetti (sportivo ed edilizio in primis). Secondo Gargano (Presidente Irfis) è un passo fondamentale per lo sport siciliano, che consentirà di guardare con maggiore serenità e organizzazione al futuro, sistemando gli impianti poco efficienti e costruendone di nuovi. Questa convenzione avrà una durata di circa 3 anni, mentre i mutui richiesti una durata massima di 25 (per gli enti locali) o 20 anni (per tutti gli altri). Si potrà ricorrere all’utilizzo di nuovi fondi, qualora l’Ics lo ritenga opportuno e/o gli stanziamenti terminino prima del triennio. L’obiettivo, secondo il Presidente della Regione Nello Musumeci, è quello di mettere in sesto il settore sportivo con risorse a tasso quasi nullo, incoraggiando attività imprenditoriali volte alla sostenibilità e all’efficienza.
sabato 18 luglio 2020

Maurizio Russo

    Vai a pagina
    segui il meteo