il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

SPORT E COVID

Calcio: quando rivedremo le siciliane in campo? I dubbi post-emergenza

Stampa

Situazione ancora molto nebulosa intorno al mondo del calcio post-emergenza. Le certezze sono poche, e tutte ancora da verificare, in attesa di evidenze provenienti dalla curva epidemiologica delle prossime settimane. I vertici stanno discutendo da settimane con il Governo la possibilità di riprendere a giocare, cercando di districarsi tra i vari (e sacrosanti) protocolli di sicurezza. Il CTS (Comitato Tecnico Scientifico) ha da poco confermato l’obbligo di 2 settimane di quarantena in caso di positività, a discapito di un ridotto numero di giorni proposto dalla federazione.

Se il calcio italiano in toto non sorride, quello siciliano non fa altrettanto, aggiungendo ai già molteplici grattacapi “sanitari”, anche altre beghe interne. Quel che è certo è che la Serie D è al momento ferma. Il Palermo sta quindi guardando al futuro, dall’alto del primo posto in classifica. Si presume che conquisti la promozione per un campionato dalla fisionomia ancora incerta. Le ultime voci parlano di una Serie C non professionistica, con una B allargata e con due gironi ben distinti.

Tuttavia ci sarebbero ancora dei campionati da portare a termine. La ripresa della Serie A dovrebbe fare da traino anche per quella cadetta. Di conseguenza, sarebbe solo il Trapani a dover tornare in campo. Ma i granata hanno parecchie situazioni in sospeso, a partire dagli otto calciatori in scadenza a giugno. La stagione presumibilmente si protrarrà fino a luglio-agosto, ma la grana contratti è da risolvere quanto prima. Ma non è tutto. è da poco scoppiata un’ulteriore protesta con protagonisti i dipendenti. Questi hanno informato il sindaco della città Giacomo Tranchida di non aver ricevuto alcun tipo di stipendio da gennaio ad oggi, senza ricevere certezze dalla proprietà. Essa ha promesso loro che il saldo avverrà non appena entreranno dei soldi nelle casse della società.

Ad ogni modo, il Trapani è l’unica squadra siciliana che avrà forse la possibilità di scendere in campo. La Serie C è invece nel caos, dal momento che la maggior parte dei club ha difficoltà ad attenersi ai protocolli di prevenzione, non rendendo possibile il completamento della stagione. A questo punto, rivedere Catania o Sicula Leonzio riallacciarsi gli scarpini sembra una vera e propria utopia. 

venerdì 29 maggio 2020

Maurizio Russo

    Vai a pagina
    segui il meteo