il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Criticità in vista

Calcio Catania: CdA in discussione, fine stagione in bilico

Stampa
Con il calcio giocato per il momento fermo a causa dell’emergenza sanitaria, a muoversi sono soprattutto le società dietro le quinte e i loro organigrammi. Protagonista il Calcio Catania che, lontano dal prato verde, ha fatto parecchio discutere per le scelte intraprese a questo proposito negli ultimi giorni. Già dal 14 marzo, sono iniziate a circolare notizie relative a radicali cambiamenti a livello societario, tuttora in via di sviluppo. è emerso che da circa 12 giorni (molti più di quanto ci si aspettasse) il Consiglio di Amministrazione si sia dimesso nella sua interezza. Ma partiamo dall’inizio e facciamo chiarezza. Con l’arrivo imminente di una nuova riunione chiarificatrice, le prime notizie parlano dell’addio del consigliere Giuseppe Caruso e del presidente Davide Franco. I due, secondo quanto riportato dalla Procura di Catania, avrebbero ricevuto una visita dalla Guardia di Finanza per una perquisizione domiciliare il 13 febbraio scorso. L’allontanamento di Franco non ha fatto altro che permettere al CdA di sciogliersi a velocità ancora maggiore; coinvolto anche Giuseppe Gitto, non più vice presidente del club rossoazzurro e in procinto di rifiutare qualsiasi incarico futuro. Al momento, l’unico a rimanere saldo in sella al Calcio Catania è l’allenatore Lucarelli, che ha smentito voci su possibili dimissioni; anche l’attuale amministratore delegato Giuseppe Di Natale ha tentato di rimediare alla situazione venutasi a creare, pur restando in bilico. Sia lui che Gitto si erano particolarmente distinti per aver portato un clima più sereno intorno alla squadra negli ultimi tempi. Il tutto unito a risultati più soddisfacenti sul campo, in attesa di un fine stagione in crescendo. La situazione appare ancora nebulosa, ma si spera che presto possa essere tutto risolto, pur rimanendo in attesa di sviluppi sulle nuove nomine.
mercoledì 18 marzo 2020

Maurizio Russo

    Vai a pagina
    segui il meteo