il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

“La produzione della seta in Sicilia. Galati Mamertino e la Valle del Fitalia” di Sutera

La via della Seta a Messina

Stampa
Un viaggio - "la via della seta"- lungo e avvolto nel misterioso mondo delle tante leggende che, attraverso i secoli, ha fatto sì che la produzione di questo tessuto, ricercato per la particolare finezza, leggerezza e lucentezza, giungesse fino alla nostra Sicilia e, segnatamente, alla florida Messina fino alla metà del secolo scorso, diffondendosi poi in provincia e divenendone fonte di guadagno per ogni classe sociale. Questo il tema di cui si è dibattuto nel partecipato incontro, seppur nel rispetto delle norme Anticovid, tenutosi alla biblioteca di Messina in occasione della presentazione del volume di Salvatore Sutera su uno dei commerci più significativi dell'area messinese dal 1400 al 1800, proseguito, anche se in scala minore, fino alla seconda guerra mondiale: “La produzione della seta in Sicilia. Galati Mamertino e la Valle del Fitalia (ed. Sikelia).
La manifestazione ha preso avvio con i saluti istituzionali da parte dell'Assessore alla cultura Vincenzo Caruso, il quale, nel fare un grande plauso alla biblioteca che lui frequenta e che invita i suoi studenti a frequentare, ha dovuto constatare con rammarico l'attuale fuga dei giovani da una città con una storia prestigiosa come la nostra e che, bisognerebbe fare ritornare, l'introduzione della Direttrice della Biblioteca Regionale, Tommasa Siragusa,  che ha fatto gli onori di casa e presentato gli ospiti, i saluti video, in rappresentanza della Città Metropolitana di Messina, dell'avv. Anna Maria Tripodo  e a seguire i saluti da parte della Dirigente Responsabile del settore del libro antico e moderno, e dei periodici, Anna Maria Piccione.
Sono intervenuti, quindi: il prof. dell'Associazione di Storia Patria di Messina e socio ordinario dell'Accademia Peloritana dei Pericolanti, Rosario Moscheo il Docente di Storia Contemporanea presso l'Università di Messina, Antonio Baglio; il Presidente della Banca di Credito Cooperativo della Valle del Fitalia-Longi, Gino Fabio; la Storica dell'Arte e, per un periodo, sovrintendente ad interim, Caterina Ciolino.
Durante l'incontro, coordinato dal Presidente della Casa Editrice ABC SIKELIA, Dario De Pasquale, si è potuta ascoltare l'importante relazione dell'Autore del testo il prof. Salvatore Sutera - "studioso di storia siciliana" così come ama definirsi - fisico, già tecnico presso l'Istituto di Fisica Nucleare di Milano, originario di Galati Mamertino. Nella sua relazione l'autore, grazie anche alla proiezione di slides, ha ripercorso la via della seta,  una ricchezza per il territorio del Valdemone. Ha, quindi, spiegato il processo scientifico che porta alla produzione della seta, la quale non è altro che il filamento della larva della farfalla "Bombyxmori", diffusamente conosciuta come il "baco da seta", che ha come esclusivo nutrimento le foglie dell'albero di Gelsi.
Sono seguiti, poi, momenti di dibattito e confronto.
Ai presenti all'evento è stato, infine, donato dallo Scrittore, un baco da seta originale.
L'iniziativa é stata arricchita da un'esposizione corredata dalle bibliografie dei testi a tema, unitamente alle preziose stampe, già oggetto di studio e utilizzo da parte dell'Autore per la stesura del libro, nato sotto il patrocinio di ICOM Italia.
Quanti non hanno potuto partecipare all'evento, potranno recuperare il video dell'intera manifestazione, che sarà pubblicato nei prossimi giorni.
lunedì 13 settembre 2021

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo