il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Messina si riappropria del suo mare

Nasce il brand VisitMe

Stampa
Vorrei precisare la difficoltà nell'avviare a Messina un percorso turistico, è difficile, afferma l'assessore Vincenzo Caruso durante l'incontro di presentazione del progetto per potenziare il turismo in città, perché poco o nulla, fino ad ora, era stato fatto, e i primi detrattori sono proprio i messinesi stessi, ma ho trovato un gruppo di gente innamorata di Messina: Andrea Parisi e Nino Principato.
Grazie a loro abbiamo realizzato dei percorsi turistici, che non devono caricare il telefono di ciascun turista scaricando un ulteriore app, ma basterà, tramite i QR Code, seguire ciascun percorso che sarà caricato direttamente su Google Maps, segnalando i monumenti di rilievo, i quali avranno tutti dei pannelli con la spiegazione anche in Inglese, una linea guida ad esempio sarà quella delle fontane. Messina, infatti, è famosa per il suo sistema idrico. Si potrà, inoltre, partecipare ad una Caccia al tesoro con 20 elementi nascosti. Io, per esempio, continua l'assessore, ho trovato:  la figura dell'Alchimista al Duomo, la firma del mosaico nella Galleria Monumentale, chi troverà tutti i venti elementi, potrà recarsi all'Infopoint per avere un gadget a scelta fra cappellini, magliette, con il logo della città. Tale iniziativa non sarà dedicata solo ai turisti, ma anche agli studenti per riappropriarsi del territorio; si potranno fare escursioni fuori porta e visite ai vari palazzi storici.  Sono stati realizzati anche dei mini video promozionali, che incontreranno le esigenze di tour operator e agenti di viaggio. Inoltre, dai ragazzi dell'Istituto Seguenza coordinati  dal professore La Fauci è stato realizzato il logo, che rispecchia Messina e il suo riappropriarsi del mare, infatti è rappresentato un tridente avvolto da delle onde colorate, con la scritta VisitMe
Questo brend, ha continuato l'assessore Musolino, sarà un marchio di garanzia a cui si collegheranno tutti gli esercizi commerciali che opereranno nel rispetto della qualità e della politica dei prezzi, che non dovranno essere lievitati solo, perché in presenza di un turista da poter raggirare.  
Partiamo dal progetto brand Messina, cercando di iniziare, certo non pensiamo che sia un punto d'arrivo, conclude il Sindaco De Luca. E' chiaro che, invece, di cercare il mondo che non c'è, dobbiamo dare dignità ad una città per attirare il turista, ovvero eliminare mattonelle rotte o qualsiasi altro che dia una brutta immagine della città. Abbiamo, comunque, a tutti gli effetti e condizioni per essere attrattori turistici, dobbiamo dimostrare al mondo che noi ci siamo, bisogna solo avere la "valia" di farlo questa volta i sodi ci sono.
Presenti alla Conferenza, anche, la Dott.ssa Tripodo, dirigente dell'Istituto Seguenza e il prof. La Fauci.
A seguito della presentazione del progetto è stato inaugurato l'Infopoint di Palazzo Weigert. Una sede in cui, attraverso, l'esposizione di alcuni elementi folklorici e artistici, fra cui molti oggetti in ceramica, si farà respirare al turista un primo assaggio della sicilianità. 
Foto di: Antonio De Felice
venerdì 31 luglio 2020

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo