giovedì 1 aprile 2021

SCARICHI ILLEGALI NEL FIUME POSTOLEONE, SUI MONTI PELORITANI

I reflui fognari prodotti a Mongiuffi Melia venivano sversati nel torrente Postoleone, a causa dal cattivo funzionamento del ciclo di depurazione, con l’inquinamento del corso d’acqua che scorre sui monti peloritani ed attraversa il particolare e omonimo canyon, luogo conosciuto tra gli appassionati di escursioni. È quanto ha scoperto la Guardia di Finanza di Taormina, che ha sottoposto a sequestro preventivo il depuratore fognario comunale, con la convalida della Procura della Repubblica di Messina, e ha denunciato tre persone tra tecnici e amministratori comunali per le ipotesi di reato di inquinamento ambientale, getto pericoloso di cose e omissione di atti d’ufficio.