il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

L'esponente del M5s sostiene "La Follia visionaria e il Coraggio del Cambiamento"

“Cambio di Passo“, la disponibilità della vicepresidente Giannetto.La reazione del M5s

Stampa
Nella serata del 7 gennaio, la Consigliera Comunale, Serena Giannetto, Vice-Presidente del Civico Consesso, ha trasmesso al Sindaco, On.le dott. Cateno De Luca, una corposa nota, con la quale, rispondendo al documento programmatico inviatole dal Sindaco, denominato L'indispensabilità di un "Cambio di Passo"!, ha chiarito in modo netto e chiaro la sua posizione politica e ha definito con schiettezza il suo rapporto, da qui in avanti, con l'amministrazione. "La Follia visionaria e il Coraggio del Cambiamento", è il significativo titolo che la Consigliera ha voluto dare al documento di risposta. La Giannetto ha inteso sottolineare le luci e le ombre di una amministrazione che deve certamente cambiare il passo, anche nei rapporti con il Civico Consesso. Non mancano dure stoccate e puntigliose censure all'azione di governo cittadino e alla evidente provocazione messa in campo dal Sindaco con il suo documento, ma anche il riconoscimento del raggiungimento di importanti risultati e la necessità di dare continuità all'azione amministrativa, convinta che il cambiamento sia possibile. "Una nuova corsa alle elezioni", dichiara la Consigliera, "sarebbe un ulteriore vulnus al corpo già martoriato della nostra comunità, per il cui salvataggio occorre solidaristicamente e responsabilmente, anche in modo sofferto, non sprecare nemmeno un istante". Nel corpo del documento di risposta, la Giannetto precisa che, a suo giudizio, debba essere data continuità all'azione amministrativa in corso, ma che "questa non debba sostanziarsi in una adesione meccanica, acritica, avalutativa e, quindi, fideistica". Si tratta di una adesione, continua la Giannetto, che si sostanzia nella condivisa volontà di dare velocità, efficacia e continuità all’azione amministrativa attraverso la condivisione di alcune modifiche del Regolamento del Civico Consesso e attraverso una adesione all’impianto cronologico deliberativo programmato da Sindaco, "salva e ben salda la libertà di proposta e di integrazione", "nonché di esame, di analisi, di valutazione e di decisione nel merito di ciascuna delibera". Precisa ancora come quell' impianto cronologico deliberativo "deve, in ogni caso, mantenere una sua coerenza di fondo rispetto ad una visione unitaria ed ad un efficace piano di rilancio della comunità, senza diversivi o tranelli". Nel documento della Giannetto trovano ampio spazio alcune priorità programmatiche rispetto alle quali offre piena collaborazione all'amministrazione municipale (piano spiagge; pedonalizzazione; creazione, tutela e sviluppo dei parchi e del verde urbano; piano strategico per lo sviluppo della digitalizzazione e della informatizzazione dei servizi municipali per cittadini ed imprese; creazione di un hub destinato alle startup innovative e alle realtà 4.0; palazzo di giustizia; 'attuazione delle misure sul decentramento; vicende amministrative afferenti il recupero e la valorizzazione della "zona falcata", per la quale la Consigliera auspica la istituzione di una commissione speciale aperta a tutti gli attori coinvolti, e del "water-front".
  In ultimo, la Giannetto evidenzia la sofferta decisione di rispondere al Sindaco offrendogli disponibilità all'ascolto per le conseguenze che tale decisione potrebbero determinare rispetto al suo rapporto con il gruppo consiliare di appartenenza.
Il M5S sul "cambio di passo": «I princìpi politici e i valori umani non possono essere barattati»
La presa di posizione di Argento, Cannistrà, Mangano e Fusco e dei deputati regionali e nazionali: «Chi non condivide la nostra battaglia di civiltà è libero di fare le sue scelte, assumendosi le proprie responsabilità di fronte agli elettori, ai cittadini e alla propria coscienza, ma non a nome del M5s»MESSINA. «I principi politici, la coerenza e i valori umani non possono essere barattati per nessuna ragione al mondo. Chi non condivide la linea del M5s è libero di fare le sue scelte, assumendosi le proprie responsabilità di fronte ai propri elettori, ai cittadini e alla propria coscienza». Parole dei consiglieri comunali Andrea Argento, Cristina Cannistrà, Pippo Fusco e Paolo Mangano, che ribadiscono ancora una volta la distanza siderale del Movimento 5 Stelle da Cateno De Luca, "che rappresenta quanto più lontano ci sia dalla nostra visione etica, morale e umana della città, della politica e della democrazia".«Pur biasimando il suo tentativo di delegittimare il consiglio comunale, che evidentemente è considerato solo un ostacolo per le sue “mire di conquista”, - proseguono - siamo convinti che il "cambio di passo" preteso dal sindaco possa rappresentare per paradosso un punto di svolta, mostrando definitivamente ai cittadini il vero volto di molti dei loro rappresentanti in consiglio, chiamati a gettare definitivamente la maschera. Certi che ci sia un confine molto sottile fra la "follia visionaria" e il delirio, noi continueremo a fare sempre il nostro dovere e a condurre quella che consideriamo una vera e propria "battaglia di civiltà", come abbiamo fatto dal giorno del nostro insediamento, senza cedere a ricatti, minacce, intimidazioni e subdoli trabocchetti, come nel caso del voto sul contratto di servizio di Atm, che qualcuno ha persino rivendicato facendo leva sui lavoratori per poi scoprire di essere stato nuovamente raggirato e preso per i fondelli. Chi non ci sta, ha altri interessi o è stato "incantato dai serpenti" sa dove si trova la porta: il tempo è galantuomo e ognuno sarà chiamato a rispondere delle sue scelte, in linea con il proprio “spessore” politico, tecnico e umano», concludono, specificando di aver già inoltrato in maniera privata le proprie considerazioni personali alla consigliera Serena Giannetto.
A prendere posizione anche i deputati regionali e nazionali, che si riconoscono nell’azione di opposizione portata avanti dal capogruppo Andrea Argento e dagli altri consiglieri.
mercoledì 8 gennaio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo