il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Era stato uno dei capisaldi della campagna elettorale dell’attuale Sindaco De Luca

Cacciottto: che fine ha fatto il baratto amministrativo?

Stampa
Era stato uno dei capisaldi della campagna elettorale dell’attuale Sindaco De Luca ma ancora ad oggi il cd baratto amministrativomessinese non è nato.
Anzi, si sono registrati dei “pasticci” che hanno portato al ritiro della delibera. Eppure il baratto amministrativo è una grande occasione per la città, afferma il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto, ed è del tutto singolare che uno dei cavalli di battaglia del Sindaco addirittura durante la campagna elettorale non abbia visto ancora la luce. Il baratto amministrativo è stato introdotto con il decreto Sblocca Italia, articolo 24 del Dl 133/2014, che ha previsto per i comuni la possibilità di accettare, previa delibera, dettare uno specifico regolamento che definisca i criteri e le condizioni, la realizzazione di interventi di riqualifica del territorio, proposti da singoli cittadini o cittadini associati.In altre parole, attraverso lavori socialmente utili per il Comune, come ad esempio tagliare l'erba nei parchi, pulire le strade, prestare opere di manutenzione o recuperare e riqualificare aree e beni immobili inutilizzati, il cittadino che, per comprovati problemi economici non riesce a far fronte al pagamento delle tasse locali già scadute, può assolvere all'adempimento, eseguendo dei lavori per il Comune.L’invito è che dunque l’Amministrazione Comunale predisponga tutto quanto necessario al fine di introdurre anche nella città di Messina questa importante misura. 
lunedì 9 dicembre 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo