il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Casa Serena e long list

Messina Social City: fra lavoratori e servizi

Stampa
Si è svolta una nuova seduta della Commissione Servizi Sociali, presieduta dal consigliere Russo, alla presenza dei lavoratori, e con ospiti l'Assessore Calafiore e il CdA della Messina Social City. A mostrare le prime grandi perplessità, il Consigliere Gioveni, sia sui  lavoratori ASACOM, sia sulla Long list, in particolare sull'introduzione in lista di nuovi inserimenti a dispetto di professionalità storiche.
Una bozza di regolamento è stata discussa ieri
, spiega l'assessore, per limarlo, e tra oggi e domani già sarà attivo.
Ciascuna richiesta di rettifica alla Long List sarà valutata
, continua il Direttore generale, in base a chi ne avrà i titoli e si rivaluterà, ma solo su errori materiali, per le altre questioni si seguiranno le vie normative. Quanto agli ASACOM, precisa l'Assessore, ci stiamo attivando, perché ci siano le figure professionali per ciascun disabile nelle scuole. In merito ai precari storici delle cooperative, si sarebbero dovuti assumere da molto tempo e non lo hanno fatto. Non voglio, però, soffermarmi su quello che non si è fatto, ma le persone verranno di volta in volta reintegrate in base al fabbisogno. Abbiamo, inoltre, avuto finanziati due asili nido ed un ulteriore si aprirà a seguito di un accordo con l'esercito, avremo una struttura molto all'avanguardia. Potenzieremo così un settore carente della nostra città. La Mappatura dei bisogni, di cui si fa un gran parlare e citata dal consigliere Sorbello, redatta da professionisti del dipartimento, ci tengo a precisare che non è un documento statico e costantemente sarà aggiornato. 
A sollevare parecchi interrogativi il presidente Russo: Cosa succederà a Casa Serena?I lavoratori che da Osa passeranno ad Asacom, produrranno dei buchi? Tramite dei finanziamenti rinnoveremo la facciata di Casa Serena, che cade a pezzi, spiega la Calafiore, e amplieremo la struttura. Inoltre ci tengo a precisare, che per le assunzioni del personale, valuteremo il fabbisogno degli utenti e in base a quello e alla disponibilità della Messina Social City, destineremo gli operatori necessari, di certo non ci sarà un processo inverso. Con i lavoratori di Casa Serena, però, si era fatto un accordo che loro uscivano per rientrare dopo, giusto o sbagliato sottolinea il Consigliere Calabrò, anche questa amministrazione lo ha recepito. Di questi padri di famiglia che ne vogliamo fare? 
Non si è mai data attuazione a questo protocollo, replica l'Assessore,  che ci verrebbe da definire illegittimo, infatti finora non sono stati assunti. Sappiamo che esistono ed è una nostra preoccupazione e manteniamo aperti i tavoli con i sindacati, per capire quale potrà essere una soluzione giuridica percorribile.
La Commissione è stata l'occasione per parlare anche dell'emergenza abitativa e morosità incolpevole. Su questo argomento l'Assessore ha spiegato: faremo in modo di fornire degli alloggi, con un affitto ad un prezzo politico, perché non possiamo comprare tutti questi alloggi. Inoltre, avvieremo dei tirocini lavorativi, affinché queste persone possano rendersi autonome.
giovedì 5 settembre 2019

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo