il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

L'esponente del Pd : la mia azione politica è sempre stata indirizzata, prioritariamente, alla tutela del territorio

Piano Paesaggistico Regionale dell’Ambito 9, precisazioni dell´on. De Domenico

Stampa
Dopo avere presentato, insieme ad altri colleghi del PD, un’interrogazione al Presidente della Regione sul Piano Paesaggistico Regionale dell’Ambito 9, ho ricevuto attacchi verbali e critiche da un comitato dei "cittadini contro l'inceneritore del Mela" che, estrapolando in maniera strumentale alcune frasi dal documento, hanno dato una rappresentazione assolutamente inesatta circa la mia posizione sull’argomento.
Inoltre, hanno prefigurato che le mie richieste al Presidente Musumeci possano nascondere l’intento di riaprire il dibattito relativo alla realizzazione di un inceneritore in quella zona.
Evidentemente il comitato suddetto non ha avuto la possibilità di seguire il mio impegno politico (fin dalla mia elezione a deputato regionale), a favore del territorio della provincia di Messina. Mi preme precisare, infatti, che la mia azione politica è sempre stata indirizzata, prioritariamente, alla tutela del territorio. Basti pensare che sono stato in prima linea nella battaglia per difendere i cittadini di Rometta dal rischio di vedere realizzato un impianto TMB (trattamento meccanico biologico) nel loro territorio, presentando il 20 dicembre 2018 una interrogazione che ha avuto ampio risalto sugli organi di stampa locali.Così come non ho lesinato energie per sostenere le giuste istanze dei cittadini di Villafranca Tirrena finalizzate ad impedire l'apertura di un impianto di trattamento dei rifiuti speciali nella zona della ex Pirelli.L’interrogazione presentata insieme ai colleghi del PD, piuttosto, è tesa ad avere chiarezza su come intendesse agire il Presidente Musumeci, dopo la bocciatura del Piano Paesagistico da parte del TAR che rischia di vanificare anni di battaglie per la tutela ambientale. Parallelamente, nella stessa interrogazione, ho voluto evidenziare come questi strumenti di tutela del territorio - la cui funzione, torno a evidenziare, è fondamentale - devono essere in linea con uno sviluppo nel pieno rispetto dell’ambiente, che non può essere, ingiustificatamente, limitato da vincoli incoerenti con l'obbiettivo.Proprio per fugare ogni dubbio sulla natura strumentale ed ingiustificata degli attacchi ricevuti, si allega al presente comunicato copia estratta dall'archivio regionale della interrogazione presentata.
mercoledì 22 maggio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo