il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

La scura del sindaco si abbatterebbe sugli stipendi prodotti dalle ultime promozioni che pesano sul bilancio comunale per 2,1 milioni di euro. Dura presa di posizione della Cisl Funzione Pubblica

De Luca punta slla riduzione del costo del lavoro. La reazione dei dipendenti e sindacati

Stampa
Il sindaco Cateno De Luca ribadisce quanto annunciato durante la campagna elettorale: il costo del personale, complessivamente di quasi 1500 dipendenti è, per le striminzite casse dell’Ente, dilatato.  
Occorre rivedere l’intera organizzazione del lavoro con riguardo alle posizioni apicali e in particolare a quelle prodotte dalle ultime 123 promozioni che incidono su Bilancio comunale per circa 2,1 milioni di euro. 
Un lusso che , secondo il primo cittadino, il Comune, viste le disastrate condizioni finanziarie, non si può permettere, e pertanto si provvederà, anche in autotutela, a sospendere gli effetti degli atti approvati dalla precedente amministrazione. 
Apriti cielo. Nei corridoi di Palazzo Zanca non di parla d’altro: molti sono preoccupati della piega “autoritaria” del sindaco. 
De Luca alza il livello della polemica chiedendo, attraverso un video postato su Facebook, ai “colleghi” dipendenti del Comune di evitare di “bivaccare nei corridoi o davanti alla macchinetta del caffè”
 A seguire la nota diramata dalla Cisl:  
Dura presa di posizione della Cisl Funzione Pubblica sulla decisione del sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ha revocato in autotutela i contratti delle posizioni organizzative e delle alte professionalità del Comune. Una decisione che ha preceduto quella del Tribunale di Messina che, discutendo un ricorso della Uil, ha dichiarato l’illegittimità delle delibere del Comune di Messina riguardanti proprio le Posizioni organizzative e Alta professionalità del personale. 
 «Sarebbe stato opportuno – sottolinea Saro Contestabile, vice reggente provinciale della Cisl Fp Messina – che il Sindaco avesse convocato e coinvolto le Organizzazioni sindacali, circostanza questa non avvenuta nonostante subito dopo l’insediamento sia stata inoltrata, seppur in modo informale, richiesta di incontro per affrontare tutte le tematiche che coinvolgono i dipendenti del Comune di Messina, anche quella delle posizioni organizzative». La Cisl Fp Messina ritiene infelici anche le considerazioni divulgate in mattinata dal Sindaco attraverso un video. «Non è istituzionalmente galante affermare che alcuni colleghi bivaccano per i corridoi di Palazzo Zanca o davanti una macchinetta del caffè. Sarebbe opportuno prima conoscersi e riscontrare l’operato di ciascuno e poi, eventualmente, arrivare a queste estreme considerazioni. Ci auguriamo che il Sindaco non cada in facili luoghi comuni che vogliono i dipendenti del Comune di Messina nullafacenti».
mercoledì 18 luglio 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo