il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Varata la delibera di Giunta per la proposta al Consiglio della riformulazione del piano

Rimodulazione “Piano di Riequilibrio”, l´Aula non dovrà approvare una modfica

Stampa
Varata la delibera di Giunta per la proposta al Consiglio della riformulazione del piano, cominciano a leggersi gli interventi di quanti non condividono questa scelta della Amministrazione, i cui vantaggi l’Assessore Signorino non mancherà di illustrare nella sede opportuna. Io invece vorrei precisare, ad onor di verità e chiarezza per il lettore, che entro il 15 gennaio il Consiglio non dovrà votare il piano riformulato, bensì la semplice volontà di riformularlo.
Come si ricava agevolmente dalla, semplice, lettura della norma. 
Infatti, alla luce del comma 889, della legge di bilancio, gli enti locali che hanno presentato il piano di riequilibrio finanziario pluriennale possono rimodulare o riformulare il predetto piano, al fine di usufruire delle modifiche introdotte dal comma 888, che ne consente, in alcuni casi il prolungamento della durata. Gli enti locali che intendono avvalersi di tale facolta' trasmettono la deliberazione consiliare contenente la relativa richiesta alla competente sezione regionale della Corte dei conti e al Ministero dell'interno nel termine di quindici giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge. Il consiglio dell'ente locale, entro il termine perentorio di quarantacinque giorni dalla data di esecutivita' della deliberazione di cui al periodo precedente, approva il piano rimodulato o riformulato, corredato del parere dell'organo di revisione economico-finanziaria.
martedì 9 gennaio 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo
    sab 20
    25°-20°