il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Proteste della Lega, rimasta fuori dal Governo siciliano

La giunta Musumeci è fatta

Stampa
Pronta la squadra del governatore: ci sono Sgarbi, Armao, Lagalla e Razza.
Forza Italia ha più poltrone di tutti, nessuna per la Lega.
Nello Musumeci ha la sua squadra.Manca solo l’ufficializzazione, che potrebbe arrivare a ore dopo la firma dei decreti di nomina dei dodici assessori, tra cui due donne.
 Questa la composizione del Governo Musumeci:
 Gaetano Armao (Ind.) Avvocato, Docente universitario. Delega: Vicepresidenza, Economia.
Edgardo Bandiera (Forza Italia) Agronomo. Delega: Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca mediterranea.
Salvatore Cordaro (Popolari e Autonomisti) Avvocato. Delega: Territorio e Ambiente.
Marco Falcone (Forza Italia) Avvocato. Delega: Infrastrutture e Mobilità. Vincenzo Figuccia (Udc) Dottore in Scienze Politiche.
Delega: Energia e Servizi di pubblica utilità.
Bernadette Grasso (Forza Italia) Avvocato. Delega: Autonomie locali e Funzione pubblica.
Mariella Ippolito (Popolari e Autonomisti) Farmacista, Presidente dell’Ordine dei farmacisti della Provincia di Caltanissetta, Presidente provinciale di Federfarma. Delega: Famiglia, Politiche sociali e Lavoro.
Roberto Lagalla (Idea Sicilia) Docente universitario. Delega: Istruzione e Formazione professionale.
 Sandro Pappalardo (Fratelli d’Italia – Noi con Salvini) Dottore in Scienze Politiche, Ten. col. dell’Esercito, vicepresidente del Cocer (Consiglio centrale di rappresentanza militare). Delega: Turismo, Sport e Spettacolo.
Ruggero Razza (Diventerà Bellissima) Avvocato penalista. Delega: Salute. Vittorio Sgarbi (Indipendente) Dottore in Filosofia, critico d’arte. Delega: Beni culturali e Identità siciliana
Girolamo Turano (UDC) Avvocato. Delega: Attività produttive. Il partito della Meloni con cui "Noi con Salvini" aveva fatto lista comune alle regionali, superando lo sbarramento del 5%, che ha permesso l’elezione all’Assemblea del leghista Tony Rizzotto. Il parlamentare andrà ora al gruppo Misto.
La Lega protesta perchè è fuori dalla squadra di governo. In una nota, i tre deputati siciliani Angelo Attaguile, Carmelo Lo Monte e Alessandro Pagano si dicono dispiaciuti perché "in Sicilia si sceglie il vecchio invece che il nuovo" e dicono che il movimento "non è interessato a poltrone di sottogoverno".
La Lega ha disertato l'incontro convocato ieri sera da Musumeci a Palazzo d'Orleans: "Non ci sarò, non ho nulla su cui confrontarmi, ho già espresso pubblicamente la posizione del partito e Musumeci ha fatto scelte diverse" dice all'Adnkronos Angelo Attaguile.
 Il rospo che la Lega pare non voler mandare giù è la decisione del presidente della Regione di escludere dalla sua squadra proprio il partito di Salvini, per fare posto a Fratelli d'Italia. "Gli accordi in campagna elettorale erano diversi e non sono stati rispettati" spiega Attaguile, ricordando "l'impegno in prima persona" di Matteo Salvini, che nell'Isola "ci ha messo la faccia, spendendosi in prima persona".
Nella fotoDa sx Armao-Lagalla-Razza-Sgarbi-al-centro-Falcone-Cordaro-Grasso-e-Turano-sotto Pappalardo-Ippolito-Figuccia-e-Bandiera
giovedì 30 novembre 2017

Dario Buonfiglio

    Vai a pagina
    segui il meteo