il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Ripartire dal territorio e dal rispetto per le istituzioni

La ricetta per lo sviluppo del neo eletto all’Ars Pino Galluzzo

Stampa
 «Ripartiamo con fiducia e con obiettivi chiari. è il momento giusto per mettere in cantiere idee e progetti che consentano lo sviluppo delle infinite potenzialità inespresse del nostro territorio, fortemente penalizzato da una politica regionale e nazionale miope e inerte. Adesso puntiamo alle infrastrutture, al turismo, alle opportunità per i giovani, alla valorizzazione della cultura, alla crescita dell’occupazione. Dopo tante batoste e delusioni toccate ai cittadini, è positivo e salutare un ricambio generazionale come quello emerso dal risultato delle urne».
C’è il grande tema del futuro al centro della sfida lanciata da Pino Galluzzo nella sua corsa all’Ars, premiata dagli elettori che hanno consentito al candidato di “Diventerà bellissima” di guadagnare uno scranno a Palermo. Un consenso cresciuto, giorno dopo giorno, attorno alla proposta programmatica di ridare ossigeno alla città di Messina e alla provincia, nel contesto del rilancio di tutta l’isola, intercettando il fermento intergenerazionale di un’intera classe di cittadini pronti a rimettersi in gioco: «è sulla concretezza che si gioca la possibilità di riavvicinare la gente alla politica, fuori da facili promesse e dall’individualismo imperante – afferma Galluzzo. – La coerenza e la credibilità dell’impegno che ho profuso negli anni in questa direzione hanno dato la marcia in più in una competizione elettorale molto ardua. Il risultato migliore sarà coltivare questo rinnovato entusiasmo attorno alla cosa pubblica. Bisogna tornare al rispetto e all’autorevolezza della politica e delle istituzioni».
Nell’agenda di Galluzzo c’è un traguardo ambizioso, quello di riportare il territorio al ruolo di protagonista, recuperando le occasioni sprecate e cercando le risposte giuste al progressivo impoverimento subìto anche a causa di scelte scellerate, operate dal governo regionale uscente. «Al mio fianco ho avuto dal primo momento il presidente Nello Musumeci, con il quale abbiamo dialogato fattivamente in diverse occasioni pubbliche, e una squadra eccezionale di persone provenienti dalla società civile, dal mondo del lavoro, dai giovani. Ringrazio tutti i sostenitori che con grande motivazione hanno aderito al progetto della mia candidatura, credendo nella possibilità di una vera svolta, e ringrazio i candidati del mio movimento “Diventerà bellissima”. Puntiamo al futuro, insieme, cominciando a lavorare già da oggi».
martedì 7 novembre 2017


    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 23
    16°-8°
    ven 24
    16°-7°