il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Il concentramento di numeose attività amministrative in un unico soggetto

Funzioni svolte dal Segretario Generale, Santalco chiede un´indagine ispettiva

Stampa
A seguire la nota del Capogruppo Consiliare Avv. Giuseppe Santalco con la quale chiede  un'indagine ispettiva sulle funzioni svolte dal Segretario Generale:

Con decreto n° 476 del 9 c.m. con protocollo n° 118060 il Sig. Sindaco, tra l'altro, ha conferito ad interim al Sig. Segretario Generale/Direttore Generale l'ulteriore incarico di Ragionere Generale sostituendo il dott. Antonio Cama già Dirigente del Settore Finanziario dal giugno 2013 e nominandolo contestualmente secondo sostituto del Segretario Generale. Si segnala che nel corso del mandato il Dott. Le Donne, prima è stato nominato Segretario Generale e subito dopo Direttore Generale. Successivamente nel corso degli ultimi anni ha ulteriormente incrementato le proprie attribuzioni gestionali. Tant'è che basta consultare il sito del Comune di Messina per avere contezza delle funzioni generali assegnate nel tempo al Dott. Le Donne che oltre a svolgere le attività tipiche di Segretario Generale assume molteplici incarichi specifici sia nella qualità di Direttore Generale, che come Responsabile della: a) Pianificazione Strategica; b) Anticorruzione e Trasparenza; c) Controlli Interni; d) Controllo di regolarità amministrativa e contabile; e) Controllo sugli equilibri finanziari; f) Controllo sulle società partecipate; g) Controllo sulla qualità dei servizi erogati; h) Relazioni sindacali; i) Formazione; l) Repertorio contratti; m) Toponomastica; n) Gestione del Personale. L'ulteriore aggiunta della responsabilità dirigenziale del Dipartimento Finanziario pone il Dott. Le Donne come gestore diretto della prevalente attività amministrativa e contabile del Comune di Messina. A parere dello scrivente il concentrare in un unico soggetto funzioni di gestione, legittimità e controllo potrebbe creare grave nocumento alla trasparenza dell'attività amministrativa del Comune di Messina, creando di fatto un controllo diretto del Sindaco, tramite il Dott. Le Donne da lui nominato fiduciariamente, su tutto l'apparato amministrativo gestionale dell'Ente, con una commistione di ruoli che appare estranea rispetto alla figura istituzionale che un “Segretario Generale - dipendente del Ministero degli Interni” dovrebbe avere. Senza considerare, inoltre, la circostanza dell’anomalo ruolo di controllore-controllato. In particolare la sostituzione del Ragioniere Generale avviene in un momento delicato per il Comune di Messina che si trova in pre-dissesto ed in attesa di ricevere dalla Commissione istituita presso per i Ministero degli Interni risposte sulla adeguatezza o meno del Piano di Riequilibrio già da tempo al suo esame. Atteso quanto precede, si chiede alle SS.LL., ognuno per la parte di propria competenza, un urgente intervento ispettivo presso il Comune di Messina per appurare la regolarità e legittimità delle molteplici funzioni assegnate al Dott. Le Donne, tra cui l’ultima di Ragioniere Generale. E ciò anche al fine di non svilire il ruolo che la legge assegna al Segretario Generale e non concentrare solo su un soggetto istituzionale compiti e funzioni aventi natura diversa. Fra l'altro, se lo stesso sempre più assume funzioni di attuazione dell'indirizzo politico, maggiore ne diventa la sua dipendenza dal Sindaco e dalla Giunta e poco spazio verrà riservato all'azione di controllo ed a quella di supporto al Consiglio Comunale.
venerdì 12 maggio 2017


    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 25
    13°-23°
    ven 26
    14°-21°
    sab 27
    19°-25°