il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Così il procuratore capo di Messina Maurizio de Lucia interviene sul caso denunciato dall’attrice messinese Maria Grazia Cucinotta

Caso disabile allontanato, De Lucia: il GIP ha emesso un’ordinanza di divieto di avvicinamento per stalking

Stampa
 Nessun provvedimento di allontanamento è stato disposto nei confronti di soggetti minori. Il giudice per le indagini preliminari ha emesso un’ordinanza di divieto di avvicinamento a carico di una coppia messinese perché gravemente indiziata del reato di stalking nei riguardi di alcuni vicini di casa”. 
Così il procuratore capo di Messina Maurizio de Lucia interviene sul caso denunciato dall’attrice messinese Maria Grazia Cucinotta del disabile tredicenne che sarebbe stato allontanato dalla sua abitazione con i suoi genitori, secondo l’attrice “perché disturbava i vicini di casa".  Riportiamo adesso la versione dei fatti sulla vicenda secondo quanto sostiene Maria Grazia Cucinotta: Un ragazzino di 13 anni con gravi problemi psichici è stato stato allontanato da casa, insieme ai suoi genitori e alla sorellina di 8 anni, con un provvedimento del Gip di Messina, perché disturbava i vicini. Lo denuncia l'attrice Maria Grazia Cucinotta, che ha raccontato la vicenda all'ANSA e fa un appello ai magistrati affinché rivedano il provvedimento. "Il ragazzino - spiega l'attrice - è affetto da Adhd, una grave sindrome psichica. E' una storia paradossale". Da tempo Cucinotta ha preso a cuore la vicenda. "Il provvedimento emesso dal Gip di Messina - aggiunge - è stato adottato perché una coppia di vicini, dicendosi esasperata dal comportamento del ragazzo, ha presentato denunce. Il giudice ha addirittura deciso di applicare il braccialetto elettronico ai genitori del giovane, per dissuaderli dall'avvicinarsi all'abitazione". (Foto: blogspot.it)
sabato 7 dicembre 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo