il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Conferenza Stampa dell'avv. Ciraolo

L´avvocatura per tutti: bilanci e prospettive

Stampa
Oggi, nella sala Caponnetto di Palazzo Zanca, il Presidente dell'ordine degli avvocati di Messina, Vincenzo Ciraolo, con i consiglieri, anch'essi "uscenti" perché hanno ritirato la propria candidatura: Giovanni Villari, Giuseppe Vadalà Bertini e Nunzio Cammaroto hanno tracciato un bilancio del triennio del loro mandato ormai agli sgoccioli, visto che nei giorni 27, 28 e 29 p.v. si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Messina.
Facciamo, però, un passo indietro, la spaccatura all'interno del consiglio si è palesata alla città in occasione del D.L.11/01/2019 (Misure urgenti e indifferibili per il rinnovo degli organi circondariali forensi, a seguito delle incertezze interpretative sollevate in base alla legge n. 113 del 2017 che prevede fra l'altro l'ineleggibilità degli avvocati che abbiano già espletato due mandati e cui si è espressa la corte costituzionale il 18 giugno u.s., dichiarando il divieto del secondo mandato consecutivo legittimo.
La conferenza stampa odierna è stata l'occasione per rendere conto ai messinesi come la formazione continua degli avvocati sia stata intensificata, richiamando in città importanti esperti di fama nazionale ed internazionale e con varie esperienze per gli avvocati fuori dal Palazzo Piacentini. E' stato evidenziato come l'odierno consiglio abbia favorito il dialogo, fra l'avvocatura e la cittadinanza con le più svariate attività, fra cui anche: la partecipazione al "Taobuk", l'accreditamento all'organismo di mediazione e il prossimo accreditamento dell'organismo di composizione delle crisi da sovraindebitamento presso il Ministero della Giustizia. Si sono affrontati i nodi cruciali, che attanagliano la nostra città sulla giustizia e cioè, la ventilata soppressione della corte d'appello di Messina a favore di Palermo e Catania e l'ormai pluriennale problema del Palagiustizia perché anche la giustizia non gravi sulle tasche dei messinesi e in questa ci si è espressi a favore dell'area dell'ex ospedale militare, perché vicino allo svincolo autostradale e al tribunale dei minori, in previsione di una cittadella della giustizia. si è sottolineato comunque, che qualunque soluzione sarebbe auspicabile, perché si faccia presto e i messinesi, non continuino a pagare costosi affitti. Questi due nodi comunque dovranno essere atttenzionati dal prossimo consiglio dell'ordine.
Presenti in conferenza stampa questa mattina, i candidati della lista "L'Avvocatura di tutti" a cui il presidente Ciraolo vorrebbe passare il testimone, l'altra lista in lizza fa capo all'avvocato Paolo Vermiglio, che candida a presidente L'avv. Isabella Barone.
lunedì 24 giugno 2019

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo