il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Granata d’artiglieria rinvenuta a Tortorici

La Polizia di Stato interviene per sedare una violenta rissa. Arrestato un 62enne di Messina

Stampa
La Polizia di Stato interviene per sedare una violenta rissa. Arrestato un 62enne di Messina. La sera del 17 giugno, il personale della Squadra Mobile, nell’ambito di specifici servizi di Polizia Giudiziaria, predisposti in occasione del concerto del cantante Ligabue, nel percorrere il quartiere CEP a circa 1,5Km di distanza dallo stadio, si accorgeva di un giovane che tentava di bloccare due persone che si allontanavano a bordo di una moto. Immediatamente i poliziotti si avvicinavano per chiedere notizie in merito a quanto stesse accadendo e constatavano che i due uomini a bordo della moto stavano tornando indietro per aggredirlo, incuranti della presenza della Polizia. Si sviluppava conseguentemente una violenta rissa, perché all’iniziale terzetto, si univa un gruppo di persone poco distanti, che divise in fazioni, si aggredivano vicendevolmente, anche usando i caschi come corpi contundenti. Per evitare l’ulteriore degenerare della situazione, veniva richiesto prontamente personale di rinforzo. In quei frangenti di massima concitazione, un operatore della Squadra Mobile – dopo aver accertato la sussistenza di tutte le condizioni di sicurezza necessarie - esplodeva, in aria, con la pistola di ordinanza, un colpo d’arma da fuoco, che aveva l’effetto di disperdere i facinorosi, senza recare danni a persone o cose. Le immediate indagini consentivano di individuare tre dei rissanti, due dei quali sono stati deferiti in stato di libertà, il terzo è stato identificato nel pregiudicato Giovanni STRANO, 62 anni, il quale è stato tratto arresto, perché individuato come coluiche ha innescato la rissa. A seguito del giudizio per direttissima svoltosi ieri, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto per il reato di rissa. 
 Granata d’artiglieria rinvenuta a Tortorici. La Polizia di Stato procede a mettere in sicurezza l’area e alla rimozione E’ stata rinvenuta nel letto del torrente Calagni che attraversa il centro di Tortorici. Una granata d’artiglieria da 88mm, priva di spoletta di armamento, con all’interno la carica esplosiva. La Polizia di Stato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, ha proceduto a mettere in sicurezza l’area e, grazie all’intervento del nucleo Artificieri della Questura di Messina, alla rimozione del residuato bellico (nella foto)e al successivo brillamento.
mercoledì 19 giugno 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo