il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Borsellino, le nuove indagini sul depistaggio

Stampa
Dopo 27 anni dalla strage di via D’Amelio finalmente c’è una nuova svolta per la ricerca della verità. La recente notizia dell’indagine della procura di Messina che coinvolge due magistrati Carmelo Petralia e Anna Maria Palma (che gestirono il falso pentito Vincenzo Scarantino) ha l’effetto di un vero “terremoto” che farà discutere. In attesa di conoscere i dettagli su questo accertamento tecnico irripetibile su 19 bobine audio che saranno analizzate oggi 19 giugno – a Roma alla presenza degli avvocati delle parti, riporteranno, ancora una volta, alla luce alcuni dettagli ormai noti. La sentenza Borsellino quater dell’anno scorso ha, di fatto, evidenziato il  depistaggio nelle indagini sulla strage del 19 luglio 1992. Oggi pertanto occorre  interrogarsi su chi – tra gli uomini dello Stato – può aver diretto e  messo in atto quell’inganno. Chi suggerì a Scarantino le bugie condite da alcune verità? Non finisce mai di stupire, in negativo, l'Italia dei tanti misteri e dei troppi casi di stragi e omicidi irrisolti.

mercoledì 19 giugno 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo