il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

La parola agli amministratori di condominio

Più che TARI “´na tarigghia“

Stampa
Più che una Tari a Messina sembra che succederà "na tarigghia".
Una raccolta differenziata che inizierà in maniera frettolosa su tematiche controverse, aprendo un vaso di Pandora enorme, senza un reale studio  delle esigenze del territorio e che darà luogo a molti ricorsi.
Ad evidenziare questi aspetti di criticità, dopo un serrato confronto avuto ieri con l'Amministrazione comunale  e alcuni membri del Cda della MessinaServizi, in una conferenza stampa tenutasi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, gli Amministratori di Condominio che si sono confrontati con la Consigliera di amministrazione della MessinaServizi, Mariagrazia Interdonato, autoinvitatasi alla conferenza stampa.
Quattro sono i punti del Regolamento Comunale per la disciplina dei servizi di smaltimento dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata, portati all'attenzione dagli amministratori di condominio in una nota diretta al Sindaco De Luca, all'Assessore Musolino, al Presidente del Consiglio Comunale, Cardile, dai vice Interdonato, Giannetto e a tutti i consiglieri comunali e che non convincono sulla fattibilità

Nella suddetta nota , come poi spiegato anche in conferenza stampa gli Amministratori di condominio di Messina si dicono favorevoli all'impegno che l'Attuale Amministrazione dimostra verso una soluzione determinante per la creazione di un Regolamento Comunale che disciplini la raccolta dei rifiuti urbani e dia una spinta concreta alla raccolta differenziata e pertanto vogliono essere propositivi e dare possibili soluzioni e migliorare così la "Proposta di Delibera n. 65 del 3 Maggio 2019".

Ecco le proposte: 
1. Potenziamento isole ecologiche con la creazione di nuove collocate nei quartieri, in proporzione alla densità abitativa. Per facilitare la raccolta soprattutto degli utenti che non possono fruire di zone comuni.
2. In alternativa creare un sistema di raccordo per la raccolta e smaltimento per gli utenti non provvisti di zone utili. (Qualora,  infatti, i cassoni dovrebbero essere lasciati liberi in strada sarebbero fuori controllo, "E chi paga?")   

3. Introdurre un metodo identificativo dei sacchetti al fine di creare un sistema deterrente per i singoli utenti fruitori del servizio. (Non è giusto, difatti, che un condominio virtuoso paghi per un singolo incivile. Inoltre, non si può perdere il rapporto personale fra il cittadino e il Comune nel compimento dei propri doveri, fra cui quelli esattoriali)

4. Immediata partenza della differenziata con un periodo moratorio fino al raggiungimento della stabilizzazione del servizio di raccolta e di smaltimento. Nelle more, avviare congiuntamente con gli amministratori di condominio una campagna di sensibilizzazione e istruzione sulla modalità e tipologia di svolgimento del servizio.
Fra gli altri punti evidenziati nella conferenza stampa: creare un passe-partout a disposizione degli operatori di MessinaServizi.
Tutte le nostre proposte sono orientate a far diventare la città di Messina virtuosa come tante altre città d'Italia, spiega tra gli altri il consigliere Zuccarello, non vogliamo che si pensi che siamo contro la differenziata e ci rendiamo conto che in molte città già il sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti è attivo da molti anni, ma di certo non è stato organizzato così e senza un serio confronto con le parti in causa che vivono i problemi di quotidiani.
Per quanto riguarda, prosegue Zuccarello, sulla responsabilità dei condominii rispetto al pagamento del tributo sulla raccolta differenziata, abbiamo a nostro favore delle sentenze per Milano, Pavia e Padova, sentenze in cui si dice che il condominio non può essere sanzionato.
Ieri, abbiamo fatto un incontro con gli amministratori fino alle 23.30 proprio per cercare di confrontarci con gli Amministratori di condominio e abbiamo sottolineato il bisogno di ottenere la soglia del 65%, altrimenti incorreremo in sanzione e i nostri rifiuti sarebbero portati all'estero, con l'aumento ingente dei costi, spiega la consigliera del Cda Interdonato, intervenuta all'incontro. Per tale motivo, la prossima settimana cominceremo a consegnare i mastelli, con insieme i calendari e il restante materiale informativo, ma ci sarà sicuramente un periodo di tolleranza, ma poi sul lungo termine dovremo sanzionare.
Quanto al sacchetto microchippato per me si potrebbe fare, ma ho rappresentato delle perplessità, perché secondo me i "furbetti" lì dove non riescono ad adeguarsi alla differenziata useranno il sacchetto del supermercato e sarà ancora più difficile per voi  individuare il proprietario del sacchetto.
Quanto alla difficoltà di tenere, all'interno del condominio, i mastelli saranno adibite delle aree esterne apposite a gestione condominiale. Stiamo prevedendo, inoltre, 3 nuove isole ecologiche
Quanto al passepartout ma scherziamo?? E' possibile che un operatore di MessinaServizi  abbia le chiavi di condominio di tutta la città? E' tutto in divenire, anche perché ancora il Consiglio comunale deve approvarlo e ci saranno sicuramente degli emendamenti, ma non sono io a potervi asseverare le proposte di cambiamento che voi chiedete.
In particolare sulla proposta di sospendere l'ordinanza per riconsiderare un ulteriore e più serio confronto, il membro del CDA si mostra poco disponibile ed interessata, ritenendolo inutile.
Gli amministratori di condominio, fuori microfono, manifestano il loro disappunto e se non verrà chiarita la contraddizione in termini della utenza privata condominiale, che a torto li vede coinvolti, loro sono pronti a dare battaglia e a fare ricorso contro questo regolamento, anche perché già si riscontrano difficoltà a far pagare le quote condominiali, e questo ulteriore balzello chi  lo paga?
Se ne può concludere che tale provvedimento lascia tanti interrogativi aperti, anche ai favorevoli della differenziata fra questi non ultimo: tutta questa bella macchina messa in movimento da una futura società in liquidazione, perché la MessinaServizi Bene comune, nei disegni dell'amministrazione De Luca sarà messa in liquidazione a favore di un privato, che fine farà? e tutte queste spese? E io pago!

martedì 11 giugno 2019

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 19
    28°-22°
    mar 20
    30°-20°
    mer 21
    25°-16°
    gio 22
    26°-15°