il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

In corso la realizzazione di una installazione permanente a cura degli studenti dell'Ist. La Farina - Basile

Il ricordo del MCL a 27 anni dalla strage di Capaci

Stampa
Per il terzo anno consecutivo i dirigenti, volontari e giovani del Movimento Cristiano Lavoratori di Messina si sono radunati attorno all’albero di Ulivo in via XXIV Maggio (Rampa Rosa Donato) piantato nel 2017 per ribadire il proprio no ad ogni forma di mafia. 
L’aiuola riqualificata e intitolata “Per lo Sviluppo contro le Mafie” è diventata in questi anni il simbolo di un impegno quotidiano nel contrasto ad ogni tipo di mafia ricordando che per il Movimento lotta alle Mafie significa anche contrasto all’illegalità diffusa, ad ogni forma di corruzione, lotta alle povertà perché è proprio nei contesti più fragili che le mafie trovano terreno fertile ed educazione delle nuove generazioni motivo per cui si è scelto di dar voce in questa giornata ai giovani. 
Continueremo a curare e abbellire questo spazio - dichiara Fortunato Romano, Presidente Provinciale MCL – che durante l'anno è stato più volte vandalizzato. Scegliamo di trascorrere ogni anno il 22 maggio un momento con i giovani per trasferire loro non solo il senso della lotta alle mafie attraverso contrasto all’illegalità diffusa ma anche testimoniando il valore dell’impegno civico come strumento per la crescita di “cittadini responsabili” delle comunità “. 
Ricordare a 27 anni di distanza la strage di Capaci è segno di enorme responsabilità. Il 23 maggio 1992 è cambiato il volto della nostra Sicilia, la strage ha permesso di mettere in luce che le condizioni quali dignità, libertà, solidarietà, sicurezza, che abbiamo conquistato non possono considerarsi come acquisite per sempre, ma vanno perseguite, volute e protette. 
Gli studenti dell'Istituto S.Anna accompagnati dalle insegnanti,  dell' I.C. Boer-Venora Trento accompagnati dal Dirigente Scolastico Prof. Santo Longo e dell’Istituto La Farina – Basile accompagnati dalla Prof.ssa Patrizia Rustica, hanno dimostrato piena consapevolezza delle tante declinazioni dell'agire mafioso, chiedendo alle Istituzioni di essere accompagnati in un percorso di cambiamento verso il futuro.
Inoltre gli studenti del liceo artistico La Farina- Basile hanno esposto dei bozzetti per una installazione permanente che arricchirà l’aiuola insieme all’albero di ulivo alla memoria del Giudice Falcone, della moglie Francesca Morvillo, degli uomini della scorta e di tutti coloro che hanno dedicato la loro vita alla lotta contro le mafie. L'installazione sarà posta il 22 maggio 2020. 
Presenti stamattina anche Don Sergio Siracusano, Direttore dell'Ufficio Diocesano per i problemi sociali e il lavoro, il Presidente della IV Circoscrizione, Alberto De Luca e il consigliere della stessa circoscrizione Pietro Caliri.
mercoledì 22 maggio 2019

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo
    mer 19
    28°-22°
    gio 20
    30°-20°
    ven 21
    25°-16°
    sab 22
    26°-15°