il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Il pagamento imposta sulla pubblicità, tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e canone di locazione o di concessione

Pergolizzi chiede di conoscere i rapporti della Società Easypark con il comune

Stampa
Il  consigliere comunale Nello Pergolizzi, 
VISTA l’interrogazione presentata dallo scrivente in data 4 aprile c.a. in merito all’installazione di centinaia di cartelli pubblicitari della società EASYPARK, con i quali vengono pubblicizzati metodi alternativi di pagamento della sosta, in modo digitale, lungo i tratti di strada dove è previsto il parcheggio a pagamento per gli autoveicoli; 
PREMESSO che la collocazione di cartelli e di altri mezzi pubblicitari lungo le strade è soggetta in ogni caso ad autorizzazione da parte dell'ente proprietario della strada nel rispetto delle normative vigenti e che nell'interno dei centri abitati la competenza è dei comuni; 
in caso di pubblicità effettuata su impianti installati su beni appartenenti al Comune o da questo dati in detenzione, l’applicazione dell’imposta sulla pubblicità non esclude quella della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, nonché il pagamento di canoni di locazione o di concessione, in quanto l’imposta comunale sulla pubblicità ha presupposti diversi dalla tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche; 
che la regola della necessità del rilascio di una concessione si applica pure quando si tratti della collocazione di cartelli pubblicitari, per effettuare la quale non è sufficiente la sola presentazione della relativa domanda, dovendosi, al riguardo, pienamente esplicare da parte dell’Amministrazione un’attività valutativa e discrezionale, che si manifesta con atti incidenti su posizioni di interesse legittimo; 
che anche il Consiglio di Stato ha statuito che l’avvenuto pagamento dell’imposta sulla pubblicità non può rilevare come titolo per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche; 
che la collocazione di impianti pubblicitari su suolo pubblico implica necessariamente un formale provvedimento di concessione del bene pubblico, non essendo configurabile la formazione di un titolo abilitativo tacito attraverso il silenzio-assenso sulla domanda di installazione; 
Per quanto sopra INTERROGA IL SIGNOR SINDACO PER SAPERE se l’amministrazione comunale ha rilasciato formale autorizzazione per la posa in opera dei cartelli in questione; se la Società EASYPARK ha provveduto ad effettuare i pagamenti, qualora dovuti, dell’imposta sulla pubblicità, della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e del canone di locazione o di concessione. 
venerdì 19 aprile 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 23
    22°-12°
    ven 24
    24°-13°
    sab 25
    22°-15°