il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

“Aprite il cuore alla fiducia verso l’altro e diventate protagonisti di incontro”

Il messaggio pasquale alla città dell’Arcivescovo Accolla

Stampa
L’Agnello che è stato immolato è degno di ricevere potenza e ricchezza, sapienza e forza, onore, gloria e benedizione”. 
Il messaggio augurale della Pasqua che il Vescovo S.E. Mons. Giovanni Accolla e il Vescovo Ausiliare, Mons. Cesare Di Pietro, hanno consegnato questa mattina alla cittadinanza attraverso l’incontro con i giornalisti parte dall’immagine dell’agnello immolato senza macchia e senza maschera. 
Un messaggio carico di speranza per una città ancora viva, capace di generare nuovi germogli che ognuno deve sapere coltivare per il bene comune. 
La Pasqua è il dono più bello che il Signore – sottolinea l’Arcivescovo – ha fatto agli uomini. La pasqua è il passaggio dalla schiavitù alla libertà, dal peccato alla grazia, dall’individualismo alla condivisone, dalla distrazione alla prossimità. L’augurio che rivolgo alla città è di intraprendere strade che creino comunicazioni e comunioni, di distruggere barriere e preconcetti, di evitare schieramenti facendoci sentire membri di quella casa comune che è la città, luogo di condivisione della prossimità, dove ognuno si sente amato dal Signore nella responsabilità gioiosa verso i fratelli più bisognosi. Gesù è venuto a liberare l’uomo da ogni forma di peccato dando speranza. Con la pasqua l’uomo prende coscienza, fa un salto qualitativo, una rivoluzione copernicana dove matura la sua identità e il senso di appartenenza a un popolo. Dobbiamo aprire i nostri cuori alla fiducia nell’altro e diventare protagonisti di incontro. Persone dotate di una forte capacità di ascolto, di libertà interiore, nutriti dalla preghiera, quale vittoria su solitudine e disperazione”.
Nel pomeriggio si uniranno alla tradizionale processione delle barette che avrà inizio alle ore 18:00 dalla Chiesa Oratorio della Pace in XXIV Maggio e interessa le vie cittadine principali.
venerdì 19 aprile 2019

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo