il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Dopo scontri con tifosi a Messina

Digos esegue cinque misure cautelari contro ultras Bari

Stampa
La polizia di Messina sta eseguendo cinque misure cautelari personali nei confronti di 5 ultras baresi per i fatti che si sono verificati presso la Rada San Francesco a Messina  il 21 ottobre ed il 4 novembre scorsi. Per gli stessi fatti il Questore di Messina Mario Finocchiaro ha già emesso 18 Daspo.  Il 21 ottobre gli scontri avvennero all’imbarcadero dei traghetti Caronte & Tourist tra gruppo di tifosi del Messina che rientravano dalla partita giocata a Torre del Greco e quelli del Bari che avevano fatto una trasferta a Marsala. Il bilancio fu di decine di feriti e danni ai tornelli della stazione marittima. Sulla vicenda aprì un’inchiesta la polizia che acquisì i filmati delle telecamere per l’identificazione dei tifosi. Il 4 novembre scorso alcuni tifosi del Bari, provenienti da una trasferta ad Acireale, in attesa di imbarcarsi per Villa San Giovanni, scesero dai pullman con mazze, bombe carta e fumogeni e tentarono di provocare alcuni automobilisti incolonnati verso il traghetto..La Digos di Messina ha eseguito un provvedimento di arresti domiciliari nei confronti di 5 ultras baresi coinvolti negli scontri con alcuni tifosi messinesi. Ai domiciliari sono finiti: Roberto Conese di 33 anni; Cristiano Ladisi di 36; Nicola Sibillani di 25; Vitangelo Spizzico di 35. Carcere, invece, per Marco Atzori 26enne originario di Genova, durante la perquisizione in casa gli agenti hanno trovato un chilo di hashish, una pistola giocattolo e tre proiettili.


  (Foto. larepubblica.it)

mercoledì 23 gennaio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 24
    30°-18°
    mar 25
    28°-19°
    mer 26
    27°-20°
    gio 27
    28°-22°
    ven 28
    30°-20°
    sab 29
    25°-16°