il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Commissione straordinaria per chiarimenti

Solo due scuole con il certificato di vulnerabilità antisismica

Stampa
Si è tenuta una seduta straordinaria  della V Commissione consiliare sulla scuola alla presenza del Sindaco Cateno De Luca, e dell'Assessore all'Istruzione Trimarchi, a presiedere la seduta il Consigliere La Tona. Il presidente della  Commissione e dell'ambito 13 chiede chiarimenti al Sindaco, in merito alla sua ordinanza avente ad oggetto la chiusura degli edifici scolastici in quanto, nonostante le ovazioni su Facebook, tanti invece sono rimasti perplessi. Tanti presidi, infatti, non hanno aperto le segreterie, o non sapevano se poterle aprire al pubblico o meno e chiede ancora LA Tona cosa succederà se al 12 settembre p.v. non si ottengono tutte le certificazioni necessarie , chi si prenderà le responsabilità di riaprire i plessi.
Il dirigente Aiello aveva redatto una documentazione  in cui evidenziava all'ex sindaco Accorinti tutte le numerose criticità che interessano le scuole.
Poiché a settembre iniziano le scuole, spiega De Luca, abbiamo fatto dei sopralluoghi, andando ad analizzare ad esempio delle situazioni di promiscuità e anche parlando con qualche Dirigente è stata evidenziata la necessità di certificazioni per poter fruire di alcuni plessi.
Per noi, quindi, era fondamentale nell'immediato avere le informazioni e i faldoni contenenti le certificazioni in possesso di ciascuna scuola ed ho fatto una nota di precisazione per non dare alibi a nessuno di non poter reperire la documentazione.
Le scuole, pertanto, hanno chiuso per le attività didattiche non per l'attività di segreteria e i servizi al pubblico. Una precisazione ,io desidero farla, continua il Sindaco, non mi sono ancora trovato  in situazioni pericolose, ma voglio mettere le mani avanti e sapere qual è la documentazione.
Una volta appurato che non ci sono le certificazioni, io chiederò, poi a qualcuno che mi autorizzi la riapertura, perché non voglio un avviso di garanzia per questo. Non voglio che un malgoverno a livello nazionale lo dobbiamo sempre pagare noi, in particolare io. Non mi prenderò questa responsabilità e i consiglieri volenti o nolenti dovranno essere al mio fianco per pretendere i fondi.
La tesi del Sindaco mi lascia perplesso, ribatte La Tona, ma il 60% delle scuole registrate all'anagrafe scolastica è in queste condizioni, se passasse questo criterio tutti aspetterebbero i fondi dallo Stato e metà delle scuole italiane sarebbero chiuse, più condivisibile è la ratio di avere un registro scolastico, così che ognuno sappia quali documenti ha e quali gli mancano.
Sembrerebbe comico, ma purtroppo  non lo è affatto, l'intervento del capogruppo del PD, Gennaro. Egli rivolgendosi al Sindaco  chiede perché un aula di scuola non è agibile, ma la segreteria accanto lo è. A settembre, probabilmente, uno studente protrà andare in segreteria a farsi giustificare, ma non potrà seguire le lezioni, come spiegare tutto questo ai genitori? Inoltre, quando a settembre, quando tutte le scuole messinesi saranno chiuse come lo spiegheremo. 
Interviene Maria Ausilia De Benedetto, preside dell'Istituto della  Mazzini - Gallo: Plaudo finalmente alle iniziative del Sindaco che pone l'attenzione sulle scuole, finora ci siamo sempre dovuti assumere da soli la responsabilità di apertura dei plessi. Io ospito anche l'Istituto Nautico, devo evidenziare che alcuni dirigenti comunali sono venuti a controllare, hanno toccato i contro soffitti e si sono scoperti i costoni e, quindi, poi è venuto il Sindaco e l'ing. Mondello, sono rimasti scioccati e credo che da questo che sia nata quel l'ordinanza sindacale.
Io ogni giorno, sottolinea accorata la Dirigente, esco per ultima dalla scuola e ringrazio Dio che non sia mai successo niente, rischio l'arresto se non si provvede.
Sono stati fatti solo alcuni interventi e, quindi, si dovrà poi capire col Comune come poter ottenere le certificazioni, e per questo plaudo all'iniziativa De Luca.
Renata Greco, Dirigente scolastico della San Francesco di Paola, sottolinea:  Fino al 2017 ho partecipato a tavoli tecnici e tutti si concludevano con il ritornello "la disponibilità c'è, ma non ci sono i soldi". Vorrei capire se il 20 agosto quando si dovrà predisporre l'inizio della scuola  il Sindaco ci farà sapere se una scuola si può aprire o no, perché gli riconosco e apprezzo la sua rapidità, se però a settembre 20 mila ragazzi non potranno andare a scuola ci sarà un'altra emergenza. Spero che anche la Prefettura risponda su questo. 
Santi Longo, Dirigente dell' Istituto comprensivo La Pira Gentiluomo:  Questa battaglia deve essere una battaglia di civiltà in nome del principio.
Giuseppa Cosola, Dirigente dell' Istituto comprensivo Villa Lina - Ritiro, sottolinea-  Condivido anch'io l'assunzione di responsabilità del Sindaco De Luca  che finora era in capo ai  soli presidi, ma vorrei sottolineare che i miei studenti, però, se non vengono a scuola rischiano di essere coinvolti nel giro dello spaccio, per questo noi cerchiamo di impegnarli il più possibile. Mi auspico , quindi, che vi sia una maggiore solerzia negli interventi, cercando di reperire i fondi Europei.
Interviene, quindi, il dirigente comunale Aiello che spiega qual è effettivamente  la situazione dei finanziamenti  per l'edilizia scolastica:  Il MIUR, ci dà dei dettami sugli interventi da mettere in atto, ma poi ci finanzia solo il "rifacimento dell'intonaco".
Ricordo al Sindaco che dal 17 p.v. me ne vado in ferie, sottolinea ironicamente il dirigente De Francesco, a me tocca far applicare l'ordinanza del Sindaco ed io lo farò, lui ha scoccato la freccia e ora si deve andare avanti, ma non voglio essere denunciato per interruzione di Pubblico Servizio, per cui possiamo fare pure tripli turni .
Io chiedo la collaborazione dei Dirigenti Scolastici al fine di trovare soluzioni alternative, possiamo intervenire , ad esempio, chiudendo le scuole per l'infanzia e prendendo in prestito i plessi, (soluzione, ovvimente, poco praticabile perché gli arredi sono adeguati all'infanzia),  e , inoltre, stipulando accordi con le parrocchie e dovremo essere celeri in questo.
Il Sindaco oggi tirerà le somme,  rendendo note le  scuole che potranno riaprire a settembre e quelle per cui si dovrà prevedere una implementazione della documentazione o addirittura interventi strutturali.
Chi ad oggi non mi avrà fatto pervenire la documentazione ne subirà le conseguenze, sarà denunciato, afferma il Sindaco concludendo la seduta della Commissione.  
A me principalmente interessa che i plessi prima di riaprire abbiano il certificato di vulnerabilità sismica, perché se non lo hanno, ancora ci sono i tempi per intervenire. La presenza di questo certificato, ci da, inoltre, la possibilità di dare l'avvio per la realizzazione di progetti immediatamente eseguibili. Verificata la presenza del certificato di vulnerabilità, noi chiederemo l'autorizzazione al Prefetto di riaprire i plessi scolastici e concorderemo uno scadenziario per i necessari interventi per l'ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI), per chi ne è sprovvisto, interpellerò personalmente i vigili del fuoco.
Io non voglio finire in galera, conclude il sindaco, per cui voglio mettere in atto tutte le procedure che sono in mio potere, quindi le scuole che entro settembre non avranno il certificato di vulnerabilità sismica non riaprono- tuona De Luca .
Il resoconto della seduta odierna, su proposta del consigliere Rizzo, sarà inviata alla Prefettura e al MIUR, come anticipazione del verbale ufficiale, il quale sarà approvato nella prossima seduta del 29 agosto.
Da una prima analisi su 108 plessi scolastici di proprietà del comune di Messina, appena 2 hanno la certificazione di vulnerabilità sismica mentre una decina di plessi sono in regola con le normative antincendio. Previsto per lunedì mattina 13 agosto un incontro definitivo con i dirigenti comunali competenti per decidere il da farsi. 
Foto di: Antonio De Felice
venerdì 10 agosto 2018

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo
    ven 19
    27°-21°
    sab 20
    25°-20°