il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Presso il Salone degli Specchi del Palazzo della Città metropolitana

Il 23 maggio “Giornata della Legalità – Ricordare Capaci” promossa dall’Azione Cattolica Diocesana

Stampa
Anche quest’anno, com’è tradizione dal 1993, l’Azione Cattolica Diocesana (da ora, AC) vuole fare memoria ed il 23 maggio, alle ore 16.30, avrà luogo la “Giornata della Legalità – Ricordare Capaci”, presso il Salone degli Specchi del Palazzo della Città metropolitana; questo incontro, è organizzato in collaborazione con l’Ufficio Diocesano per i Problemi Sociali e il Lavoro, Comitato Addiopizzo Messina Onlus, Libera – Presidio “Nino e Ida D’Agostino”, Msac, Fondazione Antiusura “Padre Pino Puglisi”, campagna “Mettiamoci in gioco” e si inserisce nell’ambito del Progetto Legalità e Bene comune: abitiAmo “casa nostra”, elaborato dalla Commissione Legalità di AC, con il quale si è voluto approfondire il senso dell’“Abitare” (uno dei cinque verbi sui quali ha riflettuto l’intera Chiesa Italiana al V Convegno Ecclesiale di Firenze del 9-13 novembre 2015), che non può prescindere dall’Amare (e “leggere”) il territorio in cui si vive e dal prendersi cura di esso.Si giunge all’appuntamento del 23 maggio, come qualche anno addietro, al culmine di un percorso che l’AC ha svolto insieme a Libera, Addiopizzo e Msac e con il quale sono stati coinvolti gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “La Farina-Basile” di Messina; si è trattato di un cammino mirato alla sensibilizzazione dei giovani, al fine di farli sentire corresponsabili nella costruzione del Bene comune. A tal proposito, infatti, si è voluto offrire ai ragazzi l’occasione di sentirsi parte della storia e leggere la propria quotidianità sia evidenziando situazioni di illegalità (dalle più gravi ed esplicite alle più sottili e mascherate) sia valorizzando gesti e atteggiamenti che, nel rispetto delle regole condivise, promuovano il bene delle comunità nelle quali essi vivono, a partire da quella scolastica. Si sono realizzati, all’interno dell’Istituto aderente all’iniziativa, tre incontri per riflettere insieme sulle problematiche del nostro territorio. Diversi sono stati gli intervenuti che hanno favorito il confronto e la riflessione tra i ragazzi.
Il 23 maggio p.v., dopo i saluti iniziali da parte della Prof.ssa Barbara Orecchio (Presidente dell’AC diocesana), di Mons. Cesare di Pietro (Vicario Generale dell’Arcidiocesi) e del Prof. Giovanni Moschella (Prorettore Vicario dell’Università di Messina), sarà la volta del Dott. Gino Gandolfo (Incaricato regionale di AC per il Settore Adulti e Coordinatore della campagna “Mettiamoci in gioco”), che farà un intervento dal titolo: “Gioco d’azzardo: i rischi sul nostro territorio”; a seguire, una testimonianza sarà offerta dal Comitato Antiusura di Messina “Padre Pino Puglisi”.
Nella II parte dell’incontro si presenteranno il Progetto Legalità 2018 e i lavori degli studenti. I giovani, infatti, come detto, chiamati a vivere da soggetti attivi il senso di responsabilità comune nei semplici gesti quotidiani, sono stati invitati a produrre sul tema Legalità e Bene Comune: abitiAmo “casa nostra” un report di immagini fotografiche e/o video relativi al territorio in cui insiste la scuola. Si concluderà l’incontro con un dibattito.
A seguire, si invita a partecipare ad uno "Slotmob", presso il bar "Apollo 11", di via S. Cecilia, n. 53 (Messina), dove per una scelta etica sono state tolte le slot machines.
martedì 22 maggio 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo
    ven 22
    22°-18°
    sab 23
    21°-16°