il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Nella nostra regione esiste solo il pubblico impiego

In Sicilia l´unico lavoro è quello irregolare o in nero

Stampa
In Sicilia l'unico lavoro è quello irregolare o in nero. E' assurdo che per un mese di lavoro, in media di sei ore al giorno, un lavoratore venga pagato solo cento euro al mese. Tutti conoscono queste situazioni  di sfruttamento, però nessuno ha il coraggio di denunciarle pubblicamente. Il Governo dovrebbe seriamente intervenire, La Sicilia detiene anche il triste primato di "morti bianche", gli incidenti mortali sul lavoro, nella nostra regione, sono aumentati. In Sicilia, non esiste, di fatto, un controllo serio nei cantieri. Nella nostra regione esiste solo il pubblico impiego. Chi lavora, nel settore privato, tranni rari casi, è sfruttato , sottopagato e, in alcuni casi, per la mancanza delle essenziali misure di sicurezza, rischia anche di morire. I deputati regionali dovrebbero preoccuparsi di cercare di risolvere questo drammatico problema, invece pensano solo a mantenere i privilegi e i vitalizi. I giovani vanno via dalla nostra isola per  trovare un
lavoro dignitoso  ed avere così un futuro.  Il destino della Sicilia è infatti ormai segnato.
mercoledì 5 febbraio 2020


    Vai a pagina
    segui il meteo