il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Risposta del Sindaco all'interrogazione del consigliere Russo

Tir, “Retromarcia pesante”

Stampa
"Un piccolo passo per l'uomo, un grande passo per l'umanità", ma parafrasando la storica frase pronunciata, forse, dal primo uomo arrivato sulla luna, nel caso dei tir si potrebbe dire: un piccolo passo per i TIR, un "grande passo" per la città. Ormai da oltre quarant'anni a Messina si parla del problema dell'attraversamento dei mezzi pesanti in città, che non solo genera inquinamento acustico, ma che soprattutto ha causato anche tante vittime. Durante la scorsa amministrazione il Sindaco Accorinti era andato sulla via don Blasco a bloccare i TIR e il 21 ottobre 2013 aveva emesso un’ordinanza che prevedeva la presenza di un presidio costante della Polizia Municipale, oggi si riscontra una retromarcia pesante. Il consigliere Alessandro Russo, aveva presentato un’interrogazione il 15 luglio di quest'anno avente proprio ad oggetto l'attraversamento dei mezzi pesanti in città, allegando una forte documentazione fotografica che immortala mezzi pesanti in centro città a tutte le ore. Oggi è arrivata la risposta dell'assessore Mondello, vistata dal Sindaco, molto abbozzata, in cui si parla del futuro porto di Tremestieri, che dovrebbe decongestionare il traffico e di una futura implementazione del personale di Polizia municipale con ulteriori 28 unità. Al momento, dal contenuto della risposta, si evince solo la carenza di personale, che consente di effettuare un controllo saltuario, per cui le deroghe ai mezzi sono nuovamente nelle mani dei terminalisti, in tutto se ne registrano 25, cosa che ci riporta indietro di anni. Inoltre, i tir che non sono diretti alla Caronte per attraversare lo Stretto, come si legge nella risposta, possono passare dal centro
Lo stesso consigliere nel leggere la risposta dichiara: avrebbero fatto meglio, invece di scrivere giustificazioni pretestuose, a dire solo che mancano i mezzi per effettuare i controlli, poiché a qualsiasi ora consentita e non, i TIR passano senza rispettare alcun divieto orario 7-9 e 12 -14. Non si può credere del resto che questi TIR se ne vadano scorrazzando per la città e viene spontaneo chiedersi, se non vanno al porto, dove vanno? Tra l'altro  dalle foto documentali mi viene il sospetto che siano solo 25 le deroghe concesse e che questo non sia solo l'elenco di quelle ufficiali. Ora ci aspettiamo che venga fatto un tavolo tecnico con la Prefettura per far concedere forze aggiuntive per poter far rispettare l'ordinanza 488/2013. Inutile fare blitz, per farsi propaganda, ma bisogna lavorare seriamente per la città.  
venerdì 2 agosto 2019

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo