il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

La Terra fecondata

Il grano:Bene alimentare e arcaico segno rituale e simbolico

Stampa
E' stata inaugurata alla biblioteca regionale universitaria Giacomo Longo la mostra fotografica "La terra fecondata - il grano e la Sicilia, mito, storia, tradizione e green economy", con gli Scatti di Giangabriele Fiorentino, la ricerca è stata curata dal dott. Mario Sarica, con la collaborazione della fondazione "Sebastiano Crimi" di Galati Mamertino, nella persona del dott. Rocco Crimi. 
"La Terra Fecondata, il grano e la Sicilia" è anche il titolo del progetto promosso dalla Biblioteca Regionale, in collaborazione con il Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani e I'Associazione culturale Kiklos, e con la partecipazione di tante altre realtà a vario titolo interessate alla riscoperta di questo tratto identitario siciliano, e non solo agrario economico, nel tentativo di stabilire quelle connessioni virtuose tra passato, presente e futuro. 
A corredo dell'evento un dibattito esplicativo sulle molte tematiche legate alla terra e al particolare rapporto della Sicilia con il grano, cui hanno preso parte: la dott.ssa Tommasa Siragusa, dirigente responsabile della biblioteca, Salvatore Bombaci, presidente dell'associazione culturale Kiklos, il dott. Sergio Di Giacomo, in rappresentanza dell'associazione Antonello da Messina. 
Durante l'incontro si è evidenziato come il grano nella duplice accezione di bene alimentare primario e arcaico segno rituale simbolico abbia radici nella plurimillenaria cultura agraria mediterranea. E la Sicilia da sempre, per i popoli migranti, in gran parte da oriente, è emersa dal mare non solo come "terra promessa" fertile e generosa di spighe, ma anche luogo di culto di Cerere/Demetra e Proserpina/Kore. Dopo la scomparsa definitiva delle forme di lavoro contadino di più antica memoria, oggi si sente il bisogno di rigenerare i grani antichi di Sicilia per tentare di arginare I'invasivo mercato globale, secondo un approccio di sviluppo sostenibile, declinato anche al nuovo credo della green economy. Il grano analizzato anche dal punto di vista medico. 
La mostra si potrà continuare a visitare dal lunedì al venerdì dalle 10-13 fino al 29 giugno, in cui ci sarà un altro incontro anche con degustazioni a tema.
sabato 15 giugno 2019

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo