il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

"Remise in forme"

Finite le feste, iniziata la corsa alla dieta.

Stampa

Un copione che si ripete, anno dopo anno, quando, finite le festività natalizie, arriva il momento dello scontro con la bilancia! Sono infatti in tanti coloro che durante le vacanze hanno messo su qualche chilo, complici i ricchi cenoni della tradizione italiana e i brindisi a base di spumante e panettone.

Mediamente, le statistiche dimostrano che ,durante le festività, consumiamo oltre 500 calorie in più al giorno, cosa che può provocare un aumento di peso fino a cinque chili. Inoltre, durate le feste si tende ad abbandonare l’attività sportiva nonostante si abbia più tempo a disposizione, complici i giorni di vacanza.

Ma puntualmente, dopo il relax di cui non abbiamo fatto a meno durante le feste, arriva l’ansia di rientrare nei pantaloni che indossavamo prima delle vacanze!

L’ideale sarebbe evitare le diete drastiche e i digiuni , che a fronte di una soddisfazione immediata hanno conseguenze che si ripercuotono sulla nostra salute, oltre che sull’umore, riportandoci comunque, nel giro di poco tempo, agli stessi chili di troppo!

Per ritrovare la linea perduta in maniera sana, è invece necessario seguire alcune semplici consigli, come fare attività fisica, mangiare sano ed idratarsi correttamente.

Per perdere peso ed eliminare tossine in maniera graduale, dimagrire qualche chilo e rigenerarsi, è importante innanzitutto mangiare in modo sano e ridurre le quantità. Certamente senza rinunciare alla buona tavola, ma soltanto modificando leggermente le nostre consuetudini alimentari e dare modo ad alcuni organi come fegato, reni e stomaco, di eliminare un po’ alla volta le scorie accumulate.

Se   in queste festività si è esagerato con il caffè, l’alcol e il cibo, occorre seguire un programma disintossicante, che prevede un regime alimentare sano dove la corretta idratazione è un punto fondamentale della dieta. Infatti, bere acqua aiuta il fegato a depurarsi e l’intestino a funzionare meglio, in particolare le acque ricche di solfati, calcio e magnesio, quelle sodiche e alcaline. Queste tipologie di acqua, sono in grado di agire su diversi meccanismi; aumentando il flusso della bile aiutano il fegato a ripulirsi dalle tossine.

Inoltre, il regime alimentare da seguire, prevede l’eliminazione degli alimenti ricchi di grassi limitando le proteine animali e prediligendo invece quelle vegetali offerte dai legumi. Pasta, riso e pane non devono mancare, meglio se integrali. Abolire o limitare drasticamente questi alimenti significa andare incontro a bruschi cali della glicemia, con conseguenti ripercussioni sul benessere fisico. Completano il quadro quattro/cinque porzioni di frutta e verdura di stagione.

Dunque, ricapitolando, per rimettersi in forma è necessario curare l’ idratazione, che è la prima alleata per una dieta efficace, oltre che per essere alla base del fenomeno della termogenesi, cioè la produzione di calore dell’organismo.

Studi internazionali dimostrano che bere due bicchieri d’acqua a temperatura ambiente tre volte al giorno (colazione, pranzo e cena), aumenta del 30% il tasso metabolico sia degli uomini sia delle donne coinvolte nello studio. L’acqua ha anche un ottimo potere saziante: berne due bicchieri prima della colazione, del pranzo e della cena ci permette di raggiungere un senso di sazietà molto più rapidamente durante il pasto. Bevendo, avviamo una serie di meccanismi metabolici conosciuti come termogenesi che ci aiuta realmente a perder peso.



giovedì 3 gennaio 2019

Maurizio Russo

    Vai a pagina
    segui il meteo