il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Istruzioni per i nostri amici a quattro zampe.

Come proteggere i nostri animali dai botti

Stampa

Il 2018 ci ha appena salutato, ma per le strade, ancora oggi che è il primo giorno dell'anno nuovo, si sentono ancora esplosioni residue, ancora più fastidiose di quelle "canoniche" della vigilia di Capodanno.

 Sono impressionanti le statistiche di settore, che riportano come ogni anno siano almeno 25mila gli animali che rimangono vittime dirette o indirette dei petardi esplosi nella notte di Capodanno. I così detti "botti" rappresentano infatti per gli amici a quattro zampe , una fonte di terrore e di stress, tanto da potere persino rimanere uccisi. Per questi motivi, gli etologi hanno stilato una sorta di vademecum, che contiene consigli utili per rendere meno traumatico il periodo di fine anno. Iniziando dai cani, innanzitutto non bisogna mostrare ansia o agitarsi per il rumore, in quanto si potrebbe alimentare la loro paura; naturalmente è meglio tenerli in appartamento, ancora meglio se in una stanza in penombra e lontana dai rumori e ovviamente non legati.

Una buona idea potrebbe essere accendere la tv o mettere musica. Quando li si porta fuori, occorre passeggiare con il cane saldamento al guinzaglio, facendo attenzione per i cani anziani e cardiopatici. Nel caso in cui sfugga impaurito, attraverso il microchip o la medaglietta, che non devono mai mancare, si può cercarlo nei canili e comunicare la scomparsa presentando denuncia di smarrimento ai vigili, carabinieri o polizia, avvisando le associazioni animaliste e i siti internet che si occupano di cani scomparsi. Di recente, sui social si sono diffuse pagine ad hoc, che spesso si sono rilevate preziosissime per il ritrovamento di animali scomparsi.

I gatti, sono animali dal carattere molto particolare, spesso indecifrabile. Non bisogna mai guardarli negli occhi, potrebbero diventare aggressivi; è necessario invece mostrarsi indifferenti,  accendendo musica o tv. Mai  lasciarli soli in giardino ed in balcone in quanto potrebbero farsi male, scappare o buttarsi di sotto.

Il migliore suggerimento potrebbe essere il preparare  un rifugio alternativo già individuato,  magari sotto il letto. Anticipare l'orario dei bisogni e nei casi più gravi chiedere al veterinario di fiducia un blando sedativo per tranquillizzarli.

Anche per i gatti vale il monito di renderli identificabili per microchip o tatuaggio; se il gatto scompare, meglio cercarlo subito in zona, potrebbe essersi nascosto poco distante da casa. E anche in questo caso, mettere foto su siti internet specializzati, con numeri telefonici, o affiggere locandine  affiggerla vicino a casa , potrebbe risolvere il problema.

Si tratta di piccoli suggerimenti, che possono apparire banali, ma che, in molti casi, possono rivelarsi preziosi.

In ogni caso, neanche a dirlo, l’ideale sarebbe vivere in una società civile, in cui i botti, i mortaretti o i petardi, siano banditi, con buona pace di animali ed umani!

 

martedì 1 gennaio 2019

Maurizio Russo

    Vai a pagina
    segui il meteo
    dom 21
    20°-11°
    lun 22
    21°-12°
    mar 23
    23°-11°
    mer 24
    22°-12°
    gio 25
    22°-12°
    ven 26
    24°-13°