il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Martedì 7 agosto,doppia sfida di due ragazzi

Attraverseranno a nuoto lo Stretto di Messina, Asia, 14 anni, e la sfida al mare e al diabete

Stampa
Una doppia sfida, al mare e alla malattia, quella di due ragazzi con diabete che martedì 7 agosto attraverseranno lo stretto di Messina a nuoto. La giovane Asia Venturelli, 14 anni di Modena, e il torinese Francesco Biasi di 17 anni partiranno da Punta Faro e raggiungeranno la Calabria, presso la spiaggia di Cannitello.
 L’iniziativa nasce da un’idea dell’assistente sociale Matilde Eleonora Rotella che ben conosce la complessità di convivenza con il diabete giovanile di tipo 1 affiancata dall’associazione “Calabria un mare d’amore” e dalle Associazioni giovani con diabete .«Il progetto vuole sottolineare l’importanza di seguire stili di vita sani per mantenere buoni livelli di salute, ma vuole soprattutto richiamare l’attenzione sul diabete giovanile di tipo 1, la malattia metabolica più diffusa tra bambini ed adolescenti che colpisce in Italia circa 20.000 giovani», spiegano gli organizzatori. Il diabete di tipo1 è una patologia cronica di origine autoimmune in cui vengono distrutte le beta-cellule pancreatiche che producono insulina che colpisce prevalentemente bambini in tenera età, ma che non preclude nessuna attività ai giovani che ne sono colpiti anche se per fare le stesse cose dei loro coetanei devono sottostare a tutta una serie di operazioni quotidiane (prova della glicemia, calcolo delle dosi di insulina, calcolo dei carboidrati). Con Asia e Francesco, durante la difficile e faticosa traversata, ci saranno anche alcuni operatori sanitari che controlleranno lo stato fisico dei due ragazzi. Ovviamente non poteva mancare la presenza di un genitore di un bambino con diabete in rappresentanza di tutti i genitori di AGD Italia «per sottolineare la costante vicinanza e il continuo impegno della famiglia ai nostri piccoli eroi». Sarà Luigi D’Andrea di Catanzaro genitore di una bimba con diabete che avrebbe anche lei voluto partecipare, ma per la giovane età non è stato possibile coinvolgerla. Più di tre chilometri di nuoto in mare aperto «per sconfiggere ogni discriminazione che ruota intorno a questa malattia e cercare di dimostrare che anche con il diabete T.1 tutto è possibile». «I nostri bambini e giovani ci emozionano e ci sorprendono e danno ossigeno al nostro impegno per agevolare il loro cammino, talvolta tortuoso ma che deve vedere possibile il suo traguardo. Questa iniziativa entra a pieno nella nostra nuova campagna“Accendi la testa fai girare la voce”» ha tenuto ad evidenziare Giovanni Lamenza presidente di AGD.
lunedì 30 luglio 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo
    mer 21
    24°-16°
    gio 22
    22°-16°
    ven 23
    23°-14°
    sab 24
    22°-15°