il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Dalla Sicilia diretta verso Gaza

Anche Messina sostiene la Freedom Flotilla per una Palestina libera

Stampa
Da anni la Freedom flotilla  parte dalla Sicilia diretta verso Gaza. La nave non è mai giunta fino a Gaza per il blocco degli israeliani, ma la cosa importante è fare sentire ai palestinesi, quotidianamente vessati e isolati dal resto del mondo, che si è loro vicini,  nella fiducia che un giorno finirà questo embargo e ci sarà un Palestina libera. 
Proprio nel giorno in cui grazie all'intermediazione dell'Egitto nella Striscia di Gaza, fra Israele e Hamas si è riusciti ad avere una tregua, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa, presente anche il vicesindaco Mondello, che ha portato il saluto e l'appoggio da parte dell'amministrazione. 
Commozione e ringraziamenti sono arrivati da parte di Rene Abu Joub, delegata della Freedom Flotilla coalition, palestinese di nascita e messinese di adozione, che riesce a credere ancora nel sogno di una Palestina libera e a non perdere la speranza, grazie all'impegno non solo dei suoi compatrioti, ma soprattutto di tanta gente non israeliana che lotta strenuamente per questa causa di libertà. 
Quattro navi sono partite, navigando verso fiumi e canali europei, costeggiando l'Atlantico per riunirsi a Palermo da dove partiranno per Gaza, spiega Ann Wright, colonnello dei Marines ora attivista della Flotilla. Quest'anno doveva venire a Messina L'Al awda (il Ritorno) la nave che guiderà la spedizione, ma per via di un guasto non si è potuta muovere. E' un'iniziativa importante a cui prendono parte persone della società civile, politici, attivisti, leader sindacali, artisti e animatori, insegnanti, docenti, guide religiose e rappresentanti studenteschi per non spegnere mai i riflettori su questa continua guerra e la situazione in cui versano i palestinesi. Quest'anno, continua, abbiamo speso 10 mila euro per materiale medico, in particolare garze, ma ancora è possibile fare donazioni sanitarie, perché in quei territori vi è molto bisogno. 
Presenti alla conferenza tanti membri dell'equipaggio, dalle loro testimonianze traspare, la voglia di lottare per una giusta causa, per un mondo più umano da lasciare alle nuove generazioni. Inoltre, è notizia di 2 giorni fa, che “Israele riduce la zona di pesca e chiude il valico a Gaza”, come riportato da Gaza-IMEMC News:<< La decisione include la riduzione della zona di pesca di Gaza dalle sei alle tre miglia nautiche, anche questo fino a nuovo avviso, e per le stesse “ragioni”. Ci sono più di 4 mila pescatori e circa 700 imbarcazioni nella Striscia di Gaza che forniscono mezzi di sussistenza ad almeno 70 mila palestinesi, mentre l’esercito e la marina israeliani continuano ad attaccarli, rapirli e a confiscare le loro barche. Hanno, inoltre, provocato decine di vittime. Vale la pena ricordare che, in base agli Accordi di pace di Oslo, firmati tra Israele e l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina nel 1993, la zona di pesca venne fissata a venti miglia nautiche, dove i palestinesi avrebbero potuto pescare e navigare, ma Israele continua a violare l’accordo>>. Loro mettono a rischio la loro vita andando a scontrarsi contro il blocco israeliano, ma nessuno li costringe, solo la consapevolezza che i pericoli a cui ogni giorno vanno incontro i palestinesi sono molto più forti, ma loro non hanno vie di fuga. Una lotta la loro non armata, ma pacifica per far passare un messaggio importante.
Oggi pomeriggio 21 luglio alle 18 alla proloco di Torre Faro i pescatori di Ganzirri gemellati con quelli di Gaza, si incontreranno e confronteranno tramite un collegamento Skype.
Hanno aderito all'iniziativa:
Articolo Uno Movimento Democratico e Progressista Messina Associazione Smasher
Cambiamo Messina dal Basso Circolo
ARCI Thomas Sankara
Comunità Islamica e Centro islamico italiano
Comunità palestinese Messina
Coordinamento siciliano di solidarietà alla Palestina
CUB Sicilia Democrazia e Lavoro CGIL - Messina
Frida Onlus
Partito della Rifondazione comunista
Potere al popolo! Messina
Sinistra italiana - Messina      
sabato 21 luglio 2018

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo