il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Un attracco necessario per ridurre il divario digitale, e per poter godere della super-velocità in fase di navigazione

Fibra ottica: la situazione in Sicilia e tutti i vantaggi della banda ultralarga

Stampa

 La Sicilia ha spiegato le vele e si dirige con velocità verso l’isola della banda ultralarga: un attracco necessario per ridurre il divario digitale, e per poter godere della super-velocità in fase di navigazione. è una mission obbligatoria, visti gli impegni presi dall’Italia con l’Agenda Digitale Europea, ma anche un obiettivo dal quale dipende il benessere delle nostre famiglie: sia in termini di lavoro, sia per quanto concerne l’informazione e l’entertainment. Al digitale non si scappa più, e questa non è certamente una cattiva notizia.

 

Copertura fibra ottica in Sicilia: qual è la situazione?

 

Se dovessimo stoppare gli “orologi” in questo momento esatto, potremmo quantificare la copertura e accorgerci di questo: attualmente il 49,5% del territorio dell’Isola risulta essere coperto dalla BUL (Banda Ultra Larga). A darci la conferma di tutto ciò, la ricerca condotta dal Ministero dello Sviluppo Economico, secondo il quale la copertura arriverà al 100% entro il 2020. Per quanto riguarda la velocità di navigazione, l’obiettivo è dotare – entro il medesimo anno – tutte le abitazioni siciliane di una connessione da minimo 30 Mbps. Volendo invece guardare al futuro più prossimo, entro la fine di quest’anno la copertura dovrebbe in teoria superare il 70% del territorio della Trinacria. L’obiettivo di espansione riguarda anche le velocità medie: al momento la percentuale delle linee a 100 Mega al secondo si ferma all’1%, un dato che deve essere migliorato.

 

Quali sono i vantaggi della BUL e come sceglierla?

 

I vantaggi della banda ultralarga sono i seguenti: la connessione appare molto più stabile, per via dei cavi in fibra di vetro, e le velocità nettamente superiori alla comune ADSL. Inoltre, cosa che tanti non sanno, la fibra ottica è una tecnologia futuribile, che dominerà il Pianeta per tanti anni a venire. Per avere questo tipo di connessione in casa, oltre a vivere in una delle zone già cablate, è necessario stipulare un contratto con un’azienda di telefonia che eroghi il servizio. Sul mercato, ci sono svariati player così come molte opzioni di abbonamento; come scegliere la formula? Il modo migliore è valutare il consumo di traffico giornaliero in base anche all’uso che ne faremo. Per questo i maggiori provider offrono diversi piani fra cui scegliere: ad esempio, sul sito della Vodafone è possibile anche fare il confronto dei vari abbonamenti fibra disponibili, per capire quale risulta più adatto alle proprie necessità.

 

La BUL migliora la qualità di vita dei cittadini

 

La banda ultralarga abbatte il digital divide: il che significa che consente ai cittadini dello Stivale di accedere velocemente alla rete, ad esempio per informarsi o per studiare. Grazie alla BUL, difatti, è possibile ad esempio seguire i video dei corsi online (e-learning): un vantaggio non solo per gli studenti, ma anche per i professionisti che desiderano aggiornarsi. Inoltre la super-velocità permette anche di sfruttare novità tecnologiche come l’IoT (Internet of Things), per arricchire la casa di nuovi comfort ultra-tecnologici. Infine, la BUL sarà una manna anche per le aziende che hanno intenzione di digitalizzarsi.

venerdì 13 aprile 2018


    Vai a pagina
    segui il meteo