il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

La percentuale di utenti connessi al web in Italia, stando ai dati Audiweb, oscilla fra il 59% e il 60%

Digital audience: in Italia sfiora i 33 milioni di utenti, soprattutto mobile

Stampa

Sono sempre di più i cittadini italiani che si collegano a Internet: nella Penisola, stando all’indagine Audiweb, si sfiorano i 33 milioni di utenti attivi. è una questione dalla doppia faccia: da un lato cresce la necessità di usare la rete, dall’altro tutto ciò avviene sempre più spesso attraverso i dispositivi mobile. Nell’ultimo anno, infatti, la navigazione da smartphone e da tablet ha raggiunto un picco davvero significativo. Questa situazione fa nascere nuovi trend e nuove abitudini: i motivi che spingono l’attenzione verso Internet e verso il mobile sono infatti parecchi. Oggi approfondiremo i dati sulle connessioni in Italia, e scopriremo anche le motivazioni e le prospettive future.

Audiweb: in Italia quasi 33 milioni di utenti connessi al web

La percentuale di utenti connessi al web in Italia, stando ai dati Audiweb, oscilla fra il 59% e il 60%: è solamente una questione di medie. Se si considera il picco di connessioni uniche, il record è di 32,7 milioni di italiani, con i dati risalenti a questo novembre. Inoltre, l’indagine Audiweb ha anche avuto il merito di chiarire l’impatto del mobile in tutto questo: il 66% di chi naviga su Internet, compie questa operazione sfruttando un tablet o uno smartphone. Il PC, dunque, è stato ufficialmente surclassato nelle abitudini degli italiani. Altri dati interessanti, emersi quest’anno? La media di utenti unici giornalieri connessi è di poco superiore ai 25 milioni.

Navigazione sul web: le abitudini si spostano sul mobile

I motivi sono tantissimi: navigare da mobile, infatti, equivale all’opportunità di entrare in rete da qualsiasi luogo e in qualsiasi situazione. Come se in tasca avessimo un computer, e non un comunissimo telefono. La maggior parte del traffico mobile viene sviluppato da brevi ricerche su Google, ma cresce anche lo shopping online via mobile. Abitudini che cambiano, dunque: questo ha portato anche i provider a modificare le proprie offerte Internet. Provider come Kena Mobile, ad esempio, hanno incluso nei loro piani tariffari delle offerte che comprendono solo i giga per la navigazione. D’altronde, sono sempre meno gli italiani che chiamano invece di usare WhatsApp.

Traffico e prospettive: il mobile fra 6 anni

Il meglio, comunque, deve ancora arrivare: secondo il Mobility Report, entro 6 anni il traffico Internet generato da dispositivi mobile nel mondo aumenterà addirittura di 8 volte. Entro il 2023, dunque, supererà l’incredibile soglia di cento exabite a cadenza mensile. Crescerà anche il traffico sviluppato da smartphone, del +10%: dunque, dall’attuale 85%, arriverà entro sei anni al 95%. Per sottolineare ancor di più la portata di questi dati, basta fare un esempio concreto: 100 exabite corrispondono a circa 5.5 milioni di anni, se intesi come fruizione di contenuti video. Infine, chiudiamo con un altro dato molto interessante: nel 2023, il 75% del traffico globale sarà appannaggio del mobile.

martedì 5 dicembre 2017


    Vai a pagina
    segui il meteo