il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

L’avvento dell’era del digitale cambia il DNA dell’impresa alla radice

Il futuro della digitalizzazione delle imprese siciliane

Stampa

L’avvento dell’era del digitale cambia il DNA dell’impresa alla radice. è questa una trasformazione sostanziale che le piccole realtà imprenditoriali difficilmente riescono ad assumere, rischiando di non rimanere al passo con gli sviluppi del mercato. In Italia, paese delle piccole medie imprese, solo il 53,4% di queste vende i propri prodotti attraverso canali online. In questo contesto, la Sicilia, il cui tessuto economico si basa si basa sulle piccole realtà imprenditoriali, presenta un numero ancora ristretto di aziende in grado di utilizzare Software per la produttività individuale, sistemi automatici per la condivisione di informazioni o ad aver intrapreso il viaggio verso il mondo dell’e-commerce.

 

Nonostante il nostro paese continui a registrare un record negativo rispetto alla media europea in materia di digitalizzazione, sono degni di nota i cambiamenti in ambito legislativo e giudiziario che dimostrano la volontà di voler accompagnare le PMI verso le frontiere della quarta rivoluzione industriale. Una svolta che riguarda soprattutto il territorio siciliano.  Il 24 ottobre 2017 il Ministero per lo sviluppo economico ha pubblicato il regolamento del bando che sancisce lo stanziamento di 100 Milioni di euro a favore dello sviluppo digitale dei processi lavorativi, così come previsto nel decreto detto Destinazione Italia (DL 145-2013).

 

Le domande potranno essere inviate entro e non oltre le ore 10.00 del 30 gennaio e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio del 2018. Ogni azienda potrà godere di un Voucher di massimo 10.000 euro per l'acquisto di software, Hardware e servizi che consentano, per esempio, un avanzamento in nuove soluzioni e-commerce, in strumenti tecnologici e nella connettività a banda larga ed ultralarga. In particolare, per sviluppare quest'ultimo servizio anche gli operatori telefonici, come ad esempio Linkem, hanno ideato offerte internet pensate su misura per chi ha la partita iva. Infatti nel caso di connessioni aziendali sono necessarie delle particolari specifiche, tecniche e di installazione, che permettono di avere un segnale potente e affidabile, utilizzabile con sicurezza da tutti i dipendenti.

 

L'erogazione dei Voucher per la piccola e media impresa non finanzierà solo l'acquisto di Hardware, Software e servizi di consulenza specializzati alla organizzazione del lavoro. Essi potranno essere anche utilizzati per coprire le spese di partecipazione a corsi per l'acquisto di servizi, di aggiornamento e allineamento ai nuovi Software aziendali. Non solo, quindi, implementazione di nuove tecnologie per l'amministrazione ma anche formazione e know-how. è questo un incentivo attraverso cui le piccole aziende possono trainare la Sicilia verso un processo di informatizzazione e digitalizzazione in grado di raggiungere i mercati esteri, creando un alto livello di competitività e crescita. Compiere questo passo significa passare da un sistema di imprese chiuse nella creazione dell'efficienza nei propri processi interni, ad aziende aperte al mercato, in grado di dialogare con il mercato, creando collaborazione con nuovi partner o competitors.

Tale cambiamento non riguarderà solo l'impresa ma anche la pubblica amministrazione. Il disegno di una digitalizzazione del paese permetterebbe non solo alle imprese un risparmio di 20 miliardi nei loro processi di interazione con la pubblica amministrazione.

Portiamo ad esempio l'uso della firma digitale, della marca temporale, della gestione massiva dei documenti, all' implementazione di software di riconoscimento e Data capturing: sono questi tutti esempi apportati dalla digitalizzazione che permetteranno di abbattere costi e tempi di processi burocratici, cambiando totalmente l'erogazione dei servizi pubblici.

lunedì 6 novembre 2017


    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 23
    16°-8°
    ven 24
    16°-7°