il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Annunciata la II edizione della manifestazione

Messina a tutto Street Food

Stampa
Un successo che ha superato qualsiasi pronostico. La I edizione di Messina Street Food chiude con esito positivo. Tantissimi i ticket venduti nelle quattro giornate della manifestazione dedicata al gusto che ha permesso di riscoprire le tradizioni culinarie della nostra terra. 
Piazza Cairoli dal 12 al 15 ottobre si è trasformata in un vero e proprio villaggio gastronomico che ha riunito famiglie, giovani e bambini, molti dei quali provenienti dalla provincia, a dimostrazione che il cibo rappresenta un importante momento di aggregazione, socializzazione e condivisione.
In strada gli odori dei piatti classici tramandatici di generazione in generazione: dall’arancino al pane cunzato, dai pidoni alla mozzarella in carrozza, dal panino con la porchetta al suino nero dei Nebrodi al trapizzino romano, dalla Caponata di Capone alla focaccia messinese di grani antichi siciliani, per continuare con la pasta fresca con sugo del maialino dei Nebrodi, il panino con pesce stocco a ghiotta, il pantaste Montalbano, il cuoppo di pesce fritto, il pane ca’ meusa e pane e panelle, la pasta fresca al pistacchio di Bronte, il taione e la stigghiola alla brace, il panino con la cotoletta di pescespada, l’immancabile panino con le braciole o la salsiccia, e poi ancora le scagliozze di polenta, la pizza fritta napoletana, l’hot dog, gli arrosticini abbruzzesi e le tortillas messicane. Grande ricerca anche nei dolci con il cannolo, lo stecco gelato, il gianduiotto gelato e le ciambelle americane.
Il successo di pubblico ha premiato come “Operatore più gradito 2017”, il maestro dello street food palermitano Nino u Ballerinu con il pane ca’ meusa e pane e panelle. 
Siamo una squadra fortissima – ha dichiarato Alberto Palella, Presidente Confesercenti Messina – un grazie va a tutti coloro che in questi sei mesi di lavoro mi hanno accompagnato in questo viaggio. Le quattro giornate hanno dimostrato che Messina è pronta al cambiamento, a ricominciare, per questo è importante che i programmi politici vengano fatti a breve termine perché le difficoltà che i commercianti affrontano ogni giorno per alzare la saracinesca sono innumerevoli”. 
Importante la sinergia che si è instaurata con l’Istituto Alberghiero “Antonello”, dove gli alunni hanno avuto la possibilità di sviluppare il percorso scuola-lavoro e che li ha visti impegnati dall’accoglienza, al servizio, alla cucina. 
Cucina che si è raccontata attraverso gli appuntamenti di show-cooking condotti dalla food blogger Valeria Zingale insieme allo chef Giuseppe Pappalardo e all’esperto di vini Roberto Raciti. Un excursus tra dolce e salato condotto dagli chef Nunzio Pisano, Andrea Famulari, Tommaso Cannata, Nino Rossi, Giuseppe Geraci, Luca Giannone, Pasquale Caliri e Roberto Campo al quale è stato consegnato un riconoscimento. 
L’evento organizzato e promosso da Confesercenti Messina in partnership con il Comune di Messina, con il patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana, della Città Metropolitana di Messina, della Camera di commercio e della IV Circoscrizione da appuntamento alla prossima edizione che si preannuncia già carica di novità. 
Foto di Antonio De Felice
lunedì 16 ottobre 2017

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 23
    16°-8°
    ven 24
    16°-7°