il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

I primi effetti della “muraglia” di Giampilieri Marina

Gli uomini chiacchierano ed il mare avanza

Stampa
Questa mattina il risveglio degli abitanti di Giampilieri Marina è stato, piuttosto, traumatico. A renderlo tale una semplice ed innocua mareggiata di fine estate che ha sconvolto, ulteriormente, un litorale che l’estate 2017 ha più che martoriato. 
Una triste storia che ha avuto inizio lo scorso mese di luglio quando lungo la riva è sorta quella che ormai è a tutti nota come “muraglia”. Una spaventosa barriera di scogli che è stata costruita per volere dell’Amministrazione Comunale al fine di salvaguardare le aree P4 del villaggio, vale a dire quelle a maggior rischio erosione. Da quel lontano 7 Luglio di acqua ne è passata sotto i ponti o, per restare in tema, sotto gli scogli. Questi ultimi sono stati, parzialmente, erosi dalla potenza del mare che può renderli più gradevoli alla vista ma, sicuramente, non più innocui. Ecco che giorno dopo giorno gli abitanti di Giampilieri Marina hanno visto la spiaggia ridursi sempre di più. Non sono rimasti, certo, con le mani in mano. Hanno cercato di indagare sulla correttezza degli atti di nascita della “muraglia”, hanno chiamato in causa la Sovrintendenza quanto il Genio Civile. Quest’ultimo dopo aver effettuato accurati sopralluoghi in loco ha richiesto, lo scorso Agosto, una rimodulazione degli atti ed un adeguamento del progetto. La posa della scogliera, infatti, non si è rivelata, per nulla, idonea. Tutto da rifare. E il compito è, nuovamente, nelle mani dell’Amministrazione Comunale. 
Questo quanto accaduto negli ultimi giorni. Il dibattito, la polemica, però, servono a poco nel momento in cui sono azzerati dai fatti. Mentre si gioca a “scarica barile”, un sistema di intrattenimento molto amato nella nostra città, e ci si attribuisce a vicenda colpe e responsabilità, il mare continua, indisturbato la sua corsa. E' bastata una piccola mareggiata, tipica del mese di Settembre, perché il mare arrivasse a metà spiaggia, a qualche metro dai muri delle abitazioni. I marosi minacciano, inoltre, il canale di scolo delle acque, opportunamente sistemato dopo la tragica alluvione del 2009 al fine di mitigare gli eventuali danni provocati dalle piogge invernali. 
Se è bastata un’innocua mareggiata a ridurre ulteriormente la spiaggia del villaggio di Giampilieri Marina, cosa accadrà nei mesi invernali? Forse è arrivato il momento di lasciare da parte giochi e sterili polemiche ed intervenire. Forse è arrivato il momento di rendersi conto dei propri errori, e provare a mitigarne gli effetti finché si è in tempo. Forse è arrivato il momento di rendersi conto che, come diceva il grande Lucio Battisti, non basta uno scoglio, né tanto meno una “muraglia” nel nostro caso, per arginare il mare.


sabato 9 settembre 2017

Alessia Vanaria

    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 14
    13°-7°
    ven 15
    12°-5°