il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Quanto mi costi

Già raggiunte 10 mila euro

Stampa
Il sindaco Accorinti, insieme al Vicesindaco Cacciola e agli assessori Signorino, Pino e Alagna, ha indetto una conferenza stampa sul programma, l’organizzazione e i dettagli della visita di Sua Santità il XIV Dalai Lama, per fugare le polemiche di questi giorni.
Mi sembra inconcepibile,
introduce Accorinti, che in questa città si facciano tutte queste querelles per l'arrivo di un Premio Nobel, che è anche un capo spirituale, ma questo elemento non cambia nulla rispetto al fatto che sia un uomo di pace, che ha ottenuto un riconoscimento internazionale. Prendiamo l'esempio di Papa Francesco, è un uomo amato e stimato da tutti o, quasi tutti, perché c'è sempre qualcuno che deve essere contro. In particolare, gli ho mandato una lettera e mi hanno risposto che terranno presenti le mie argomentazioni, e chissà che non potremo vedere anche Papa Francesco a Messina. Quanto ai biglietti è abitudine in tutte le visite del Dalai lama, che si vendano i biglietti per pagare i costi dell'organizzazione. Del resto se non si fossero arrivati a coprire i costi, io stesso sarei stato disposto a rimetterci del mio, ma già con la vendita dei biglietti, siamo arrivati a raccogliere 10 mila euro, prevendendo una copertura di 4.500 posti al Teatro antico di Taormina e 1.000 al Teatro Vittorio Emanuele. Tra l'altro a Palermo c'è stato il tutto esaurito, per cui chi non ha potuto avere un posto li, potrebbe dirottarsi su questi due eventi. Inoltre, ho previsto che i posti dei 40 consiglieri, siano assicurati, ma se vorranno contribuire acquistando dei biglietti per beneficenza, anche per loro amici o parenti, sarebbe un gesto valido. Beneficenza, che preciso è a favore del centro di bambini rifugiati del Tibet, a Dharmsala dove ha trovato rifugio il Dalai Lama, che con grande sacrificio vengono portati li dalle madri, che tornano ad accudire i propri anziani. Perché in Cina tendono ad insabbiare molto di quello che succede realmente, ma loro continuano con le persecuzioni e, nonostante il Dalai Lamama avesse rinunciato alla sua figura di capo politico, in quanto egli, come il Papa, era capo politico e religioso, e abbia chiesto di mantenere una certa autonomia almeno religiosa, dallo stato cinese, non gli è stato concesso. Ogni volta, infatti, che si invita il Dalai Lama, si muove l'ambasciata cinese, proibendo che venga invitato e anche qui l'hanno fatto, ma noi ci siamo opposti per i diritti umani non transigiamo, ma non vogliamo pressare nessuno. Noi abbiamo solo dovuto cominciare a pubblicare un programma provvisorio per poter vendere i biglietti e, infatti, ora l'abbiamo corretto e avendo trovato la massima disponibilità e apertura mentale dal commissario Romano conferiremo al Dalai Lama un'onorificenza della città metropolitana ed un premio come Costruttore di pace. Io già nel 2008, quando ero solo un cittadino che si batteva per i suoi ideali e per le problematiche della città, avevo organizzato un evento in favore del Tibet e questo non perché io sia buddista o intenda diventarlo, inoltre, tanti vicesegretari e ministri mi hanno chiesto di partecipare all'evento.
A sostegno delle sue motivazioni, anche il vicesindaco Cacciola, cha afferma; Sono ben conscio che ci sono tanti problemi in città, e questo vuol dire che l'Amministrazione oltre a cercare di risolvere i problemi, dovrebbe cercare di mandare messaggi, in particolare messaggi di pace. Ritengo, con sgomento, come in questa città si sia perso più tempo a fare polemiche, più di quanto tempo abbiamo messo noi per organizzare l'evento
Il programma della visita del Dalai Lama prevede:
Sabato 16 settembre
al Teatro Antico di Taormina, dalle ore 9 alle 11.30, i saluti del sindaco di Taormina, Eligio Giardina, e gli interventi del presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta; dell’assessore regionale al Turismo, Antony Barbagallo; del commissario straordinario della Città Metropolitana di Messina, Filippo Romano, e del sindaco della Città Metropolitana, Renato Accorinti.
Seguirà il conferimento dell’onorificenza della Città metropolitana di Messina al Dalai Lama, in qualità di “testimone di pace e solidarietà nel mondo e come riconoscimento del suo impegno a favore del dialogo, della pace e del suo messaggio di fratellanza universale, teso all’affermazione dei valori di libertà, di nonviolenza e dei diritti umani”. L'ospite terrà poi due lezioni; la prima su “La pace è…l’incontro tra i popoli. Una opportunità per l’evoluzione dell’umanità, e la seconda, dalle 13.30 alle 15, su “In cammino verso la Saggezza e la Felicità attraverso la meditazione”.
Il giorno dopo, domenica 17 settembre, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, dalle 9 alle 11.30, gli interventi del presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta; dell’assessore regionale alla Cultura, Carlo Vermiglio; e del sindaco della Città di Messina, Renato Accorinti. Seguirà il conferimento al Dalai Lama del PremioCostruttori di pace, giustizia e nonviolenza Città di Messina”, e una lezione su “Etica compassionevole e interdipendenza”. Dalle 13.15 alle 14.30 gli interventi dell’assessore comunale alla Cultura, Federico Alagna; dell’arcivescovo di Messina, S. E. Mons. Giovanni Accolla; e del sindaco della Città di Messina, Renato Accorinti. A seguire la lezione del Dalai Lama su “L’attività educativa e l’addestramento della mente; la via più efficace per lo sviluppo delle coscienze” e a conclusione l’incontro con i docenti della Città Metropolitana di Messina e della Sicilia.
I biglietti sono in vendita a Messina presso “Il Botteghino” sul viale della Libertà 391 – 090343818; Bisazza Gangi, Largo San Giacomo 1/2, 090-675351; Bossa ricevitoria, via Tommaso Cannizzaro; e sul Corso Umberto 61 a Taormina. Online è possibile acquistare al massimo quattro tagliandi per ogni prenotazione registrandosi sul sito www.ctbox.it .
venerdì 11 agosto 2017

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 21
    28°-24°
    mar 22
    31°-25°
    mer 23
    31°-25°