il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Tre parole d’ordine “Muri, Accoglienza, Cittadinanza"

Insieme senza muri, vivere con i migranti e la città

Stampa
“Insieme senza muri” è il tema della manifestazione, promosso dall'associazione nazionale "Il razzismo è una brutta storia", che è stata presentata nel corso di una conferenza stampa nella Sala Falcone Borsellino, alla presenza dell’ assessore alla Cultura, Federico Alagna, dell'assessore alle Politiche Sociali Nina Santisi e di uno degli organizzatori Salvo Trimarchi. L’evento sul tema delle migrazioni, che si svolgerà sabato 1 luglio, a partire dalle 20, nell’area adiacente la libreria Feltrinelli Point, nasce dalla condivisione con la Caritas Diocesana, Ufficio Migrantes, Circolo Arci Thomas Sankara, Comunità di Sant’Egidio, Emergency Messina, Penny Whirton Messina, Sostieni un paziente a distanza Messina, Piccola comunità nuovi orizzonti, Sportello Migranti Papardo.
L’esigenza è testimoniare alla città l’impegno quotidiano di tali associazioni, non solo nell’accoglienza, ma anche nell’aiuto prestato alle persone in difficoltà, siano esse migranti o semplici cittadini, spiega uno degli organizzatori Salvo Trimarchi, perché siamo stanchi di sentir parlare di razzismo, ma vogliamo parlare di accoglienza. Le parole chiave di questa serata, infatti, saranno “Muri, Accoglienza, Cittadinanza”. Le parole saranno così ripartite: di Muri parlerà l'Arci; di Accoglienza si occuperà Sara Tornesi; di Cittadinanza parlerà Santino Tornesi. Organizzeremo, quindi, un incontro in cui si possano trovare insieme i migranti e la città. Si esibiranno durante la serata: le comunità etniche cattoliche delle Filippine e dello Sri Lanka presenteranno canti e danze delle loro tradizioni popolariil coro multietnico Migrantes e la compagnia dell'attore Angelo Campolo.
L’occasione è stata fornita dall’associazione “Il razzismo è una brutta storia”, che attraverso iniziative culturali e progetti didattici opera per contrastare le discriminazioni, organizzando incontri nelle scuole, nelle librerie, nelle carceri, nella convinzione che conoscere e riconoscere odio, razzismo, omofobia, antisemitismo, islamo-fobia e tutte le altre logiche di esclusione, sia il primo passo per combatterle. Quest’anno l’associazione ha deciso di pubblicare una guida in quattro lingue (italiano, arabo, francese, inglese), redatta dagli attivisti del network “Welcome to Europe”, in collaborazione con altri gruppi indipendenti e associazioni italiane, utile per aiutare i migranti che arrivano in Italia a conoscere i loro diritti e proseguire in maniera autonoma il cammino che hanno scelto o che sceglieranno e " Welcome to Italia", per prendere familiarità con il vocabolario italiano anch'esso tradotto in 4 lingue.
Nel corso della serata le associazioni parleranno del loro impegno quotidiano per la solidarietà e l’accoglienza.
Siamo contenti di partecipare a questa iniziativa, spiega l'assessore Santisi, perché ci dà l'occasione di poter ribadire ancora una volta il percorso intrapreso da questa amministrazione di accoglienza. In particolare parteciperemo a questa iniziativa parlando di accoglienza con la nostra assistente sociale. 
Anticipa, inoltre, l'assessore che l'11 luglio inaugurerà il centro polifunzionale di via Bisazza e comunica che il Comuen è riuscito ad ottenere 37 posti negli SPRAR per minori. 
Mi piace sottolineare il legame di questa serata interculturale che si estrinseca nel confronto fra le varie forme artistiche e le varie culture e abbiamo aderito a questa iniziativa davvero col cuore e ci auguriamo la buona riuscita della stessa, conclude l'assessore Alagna.

giovedì 29 giugno 2017

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 23
    17°-12°
    mar 24
    22°-17°
    mer 25
    22°-16°
    gio 26
    19°-13°
    ven 27
    19°-13°
    sab 28
    21°-13°